Buone notizie / Cattive notizie per la stagione dei guadagni e i mercati | Russell Investments

Nell’ultima edizione della Market Week in Review, il Chief Investment Strategist Erik Ristuben e il responsabile del portafoglio AIS e della Business Consulting Sophie Antal Gilbert di Russell Investments hanno discusso le ultime notizie sugli stimoli governativi, i dati di mercato e la stagione degli utili. Il racconto breve: È una settimana mista di buone e cattive notizie.

Stimolo fiscale e aspettative del mercato

Sul tema degli stimoli fiscali, Ristuben ha dichiarato che l’attenzione è rivolta all’Europa, indicando una proposta di 850 miliardi di dollari di stimoli aggiuntivi. Ristuben ha detto: “Credo che il mercato si aspetti che questo venga approvato e attuato. Quindi lo seguiremo da vicino”.

L’altro sviluppo in Europa è che 18 dei paesi della zona euro sostengono in realtà un piano per accelerare un programma di prestiti da 100 miliardi di dollari per sostenere direttamente i lavoratori che sono stati sfollati dall’epidemia di COVID-19.

Ristuben ha notato che questo approccio “fa rima con l’attenzione negli Stati”, dove il governo federale sta considerando di estendere il sussidio di disoccupazione incrementale di 600 dollari a settimana che scade alla fine di luglio. Ristuben ha osservato che questo sussidio incrementale è stato generalmente considerato efficace. Ha dichiarato: “Quando si guarda alla crescita dei salari reali negli Stati Uniti, in realtà è stata positiva nel secondo trimestre, il che è notevole”. Ha osservato: “Il dolore non è finito, quindi la gente vorrebbe vedere quel programma esteso e credo che il mercato se lo aspetti”. Commento: quando il mercato non ottiene ciò che si aspetta, di solito c’è una reazione negativa.

Punti di dati economici: Il buono e il non buono

La conversazione si è spostata sui dati economici, in particolare sui numeri di produzione, sulle vendite al dettaglio, sui fallimenti e sui crediti senza lavoro. Ristuben ha osservato che, in generale, le notizie economiche globali sono state positive. La Federal Reserve statunitense (la Fed) ha riferito che la produzione industriale negli Stati Uniti è aumentata di circa il cinque e mezzo per cento per il mese di giugno, battendo le stime. La Fed ha anche riportato un aumento dei numeri per l’utilizzo della capacità industriale statunitense, ma Ristuben ha avvertito che è ancora in funzione solo al 69%, che ha definito “un numero basso”. “E questo significa che c’è un sacco di allentamento e che ci sono ancora molti danni da annullare in quelle parti dell’economia”, ha detto. “Ma il fatto che si stia muovendo in avanti e il fatto che si stia effettivamente muovendo ad un ritmo più veloce di quello previsto dal mercato, sono tutti elementi positivi”.

Ristuben ha notato il collegamento tra il forte numero di vendite al dettaglio negli Stati Uniti e il sussidio di disoccupazione incrementale di 600 dollari al mese. Ha notato che le vendite al dettaglio di giugno negli Stati Uniti sono state forti, in aumento di circa il sette e mezzo per cento (secondo il Dipartimento del Commercio degli Stati Uniti), battendo ancora una volta le aspettative e le stime di mercato.

Sul lato meno positivo del bilancio, Ristuben ha osservato che i fallimenti sono in aumento. “Ci sono molti danni in corso – danni reali. Ci sono 24 rivenditori al dettaglio – importanti catene di vendita al dettaglio nazionali, così come catene di ristoranti, che hanno dichiarato il fallimento come risultato di questo blocco”.

Questa settimana negli Stati Uniti sono state segnalate nuove richieste di risarcimento per 1,3 milioni di disoccupati, secondo il Dipartimento del Lavoro degli Stati Uniti. Ristuben ha osservato: “A conti fatti, stiamo vedendo che lo scenario di ripresa economica che ci aspettavamo si gioca in termini di dati, ma vediamo anche che c’è ancora molto dolore nel sistema. E c’è molto rischio potenziale in relazione al virus stesso”. A conti fatti, ci aspettiamo che i dati economici continuino a migliorare – non in modo uniforme e ininterrotto per il resto dell’anno – ma che continuino a muoversi a un ritmo modesto”.

La stagione dei ricavi batte le cattive stime

Il tema del buono/cattivo è proseguito, con previsioni di stagione dei ricavi che battono le previsioni, secondo Ristuben. Ma ha sottolineato che le previsioni di consenso per la crescita degli utili dell’S&P 500® sono attualmente negative del 44,6%, che Ristuben ha definito “terribilmente negative”, e ha rilevato un risultato simile per l’Europa. Ha affermato: “A livello globale, le aspettative sono terribili e la buona notizia è che le aziende stanno arrivando un po’ meglio del previsto”.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi