Mercati azionari globali. La situazione a fine novembre 2018 | Ersel

Intervista a Andrea Nocifora, team gestioni patrimoniali Ersel, sui mercati azionari globali. Come sta andando dopo il terribile mese di ottobre?

Punti nodali

  • Preoccupazione per un picco degli utili globali e la decelerazione macroeconomica hanno purtroppo raggiunto anche gli USA;
  • Vittima è stato soprattutto il settore tech;
  • Azzerate le performance positive dell’annata, che si conferma parecchio difficile;
  • In ogni caso, la variabile degli utili resterà ragionevolmente elevata nel 2019;
  • Le valutazioni sono adesso più a buon mercato ed economiche. Di conseguenza, positività sull’azionario USA;
  • Molti eventi comunque, da monitorare, nel futuro prossimo, perché possono avere effetti sia positivi che negativi;
  • Il governatore della FED Powell, ad esempio, ha recentissimamente usato toni più concilianti, che hanno calmato il mercato;
  • Se la FED mollasse anche solo leggermente la presa sul rialzo dei tassi, sarebbe sicuramente una cosa positiva;
  • Altro tema ineludibile sono le guerre commerciali; seguire attentamente il G20 a Buenos Aires, per vedere cosa fanno Cina ed America;
  • In Europa, il newsflow è soprattutto politico, con Brexit ed Italia come principali preoccupazioni;
  • Necessaria stabilizzazione sugli spread di credito, per evitare ulteriori rischi;, ma non mollare la presa sulle azioni, che possono generare ancora rendimenti positivi
  • Quindi, scenario complicato, ma non mollare la presa sulle azioni, che possono generare ancora rendimenti positivi in linea con le medie storiche;

 

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi