Amazon. Anche questa azienda adesso vale 1 trilione di dollari | CNN Money

Amazon è raddoppiata, come valore di mercato, in appena un anno, e ora entra a far parte, come Apple, dell’élite di aziende con un valore di 1 trilione di dollari. CNN Money spiega come abbia fatto ad arrivarci.

Amazon è diventata la seconda società americana da 1 trilione di dollari

Il valore di mercato totale di Amazon (AMZN) ha superato $ 1 trilione martedì, dopo l’ascesa di Apple nel territorio a 13 cifre all’inizio di agosto. Amazon e Apple rappresentano ora oltre l’8% dell’intero valore dello S&P 500, secondo Howard Silverblatt, senior index analyst di S&P.

Un trilione di dollari può essere una soglia arbitraria, ma è comunque una dichiarazione notevole di quanto rapidamente sia cresciuta la società in 24 anni, e della sconfinata fiducia che gli investitori hanno nel suo futuro.

Basta contrapporre Amazon al settore retail, dove il 90% della spesa al dettaglio americana continua a verificarsi. Per arrivare a un tetto di mercato di $ 1 trilione, dovremmo sommare le valutazioni dei 14 maggiori rivenditori retail classificati nel 2017, da Walmart (WMT) a Autonation (AN).

Gli investitori sono anche più entusiasti di Amazon rispetto anche ad altri distributori di generi alimentari, forniture per l’edilizia e azioni generali al dettaglio, che hanno un rapporto prezzo/utili medio compreso tra circa il 20 e 40 per l’anno precedente, secondo l’esperto professore e valutazione finanziaria della New York University Aswath Damodaran. Il rapporto prezzo/utili di Amazon è circa 180.

Allora, come siamo arrivati qui?

Per anni, gli investitori hanno sostenuto le azioni di Amazon senza vedere la società generare profitti significativi, in quanto ha reintegrato le entrate nel proprio business: lo ha fatto costruendo la propria rete di centri di evasione ordini, acquistando società e sviluppando nuove tecnologie. Ma, nell’ultimo anno, Amazon ha iniziato a far quadrare i conti sui profitti.

All’inizio del 2018, la società valeva solo $ 580 miliardi. Nel secondo trimestre, il reddito netto della società è salito a $ 2,5 miliardi, rispetto ai $ 197 milioni del secondo trimestre del 2017.

A spingere questi margini: il successo di Amazon Web Services, il business cloud dell’azienda, nonché la pubblicità che vende attraverso i suoi siti e i ricavi dagli abbonamenti agli abbonamenti Prime.

Impressionare gli investitori scettici

Guardando Amazon flettere i suoi muscoli per creare profitto ha aumentato l’entusiasmo degli analisti per l’azione ancora di più.
Morgan Stanley ha recentemente alzato il suo obiettivo di prezzo a $ 2.500, il che farebbe Amazon $ 1.2 trilioni, basato su proiezioni di crescita dei ricavi del 24% all’anno fino al 2020. Valorizza Amazon Web Services, ormai uno strato onnipresente di Internet che supporta imprese che vanno dalla più piccola startup alla Central Intelligence Agency, a $ 375 miliardi.

Le mosse della società nell’ultimo anno hanno persino conquistato gli ex scettici che in precedenza credevano che le azioni di Amazon fossero state sovrascritte. Daniel Martins, che è a capo della propria società di ricerca indipendente, ha pensato che Amazon fosse troppo costosa all’inizio del 2017 perché le aspettative di crescita ottimistiche sembravano già raddoppiate nel prezzo. Ma dopo aver valutato i suoi risultati finanziari più recenti, compresa l’espansione aggressiva in nuove industrie e altri paesi, ora prevede che Amazon potrebbe raddoppiare il valore entro il 2020.

È troppo facile affermare che avranno successo in tutto ciò che fanno“, dice Martins. “Ma, allo stesso tempo, penso che Amazon sia la migliore combinazione nel mondo delle dimensioni di una grande azienda e di quel DNA imprenditoriale con lo spirito di una startup.”

Amazon è attraente per gli investitori perché sembra in grado di dominare qualsiasi settore in cui entra attraverso il potere dei dati che ha sui membri Prime, e per la sua capacità di spostare cose dal punto A al punto B estremamente rapidamente. Medicine! Assistenza sanitaria! Servizi finanziari! Media! Anche il servizio di pulizia della casa!

Ma se questa visione diventasse realtà, non metterebbe Amazon in rotta di collisione con i regolatori antitrust? Gli investitori stanno valutando il rischio che un negozio che vende tutto possa andare in pezzi?

Secondo le attuali interpretazioni delle leggi federali, probabilmente hanno poco di cui preoccuparsi. I regolatori antitrust in genere guardano se una società ha usato il proprio predominio in un determinato mercato per aumentare i prezzi sui consumatori. Finora, Amazon ha solo abbassato i prezzi – nessun danno competitivo.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi