Investimenti: 3 società in cui non dovresti mai investire

Il 26 luglio 2018, Mark Zuckerberg ha perso 15 miliardi di dollari in un solo giorno: questo principalmente perché il prezzo delle azioni di Facebook è sceso da 209 a 174, causando alla società la perdita di 120 miliardi di dollari. Per comprendere questa cifra, possiamo paragonarla al valore della compagnia USA Starbucks e al PIL di un paese come l’Ucraina. Se per Zuckerberg, la perdita non ha rappresentato un problema, può esserlo invece per un investitore comune. Per evitare spiacevoli situazioni, ecco i 3 tipi di società in cui non dovresti mai investire, perché sono una perdita certa e quali sono invece le situazioni favorevoli. Per esempio, quando le startup decidono che è il momento di ottenere i frutti del loro duro lavoro, diventano pubbliche e vendono e una grossa fetta della loro azienda al mondo: questa è un’ottima opportunità. Se sei un titolare di un’azienda, devi tenere presente che maggiore sarà l’hype attorno alla tua azienda, maggiore sarà la domanda e più avrai la possibilità di raccogliere. Ecco perché la maggior parte delle società diminuisce il prezzo delle azioni dopo un paio di giorni di apertura al pubblico, dal momento che questo clamore svanisce e le persone diventano più pratiche su ciò che un’azienda può realizzare. Facebook è diventata pubblica a 38 $ per azione; tuttavia, entro i successivi 2 mesi, il prezzo delle azioni ha continuato a scendere a 20 dollari prima di decollare di nuovo. Un altro esempio recente è LYFT, che è diventata pubblica a 78 dollari ma poi, nei successivi 2 mesi, è scesa a 51 dollari: ecco perché Warren Buffet non investe mai in IPO. E neanche tu, se non vuoi perdere soldi; aspetta che scompaia l’hype e poi decidi. Il mercato azionario è tanto imprevedibile quanto prevedibile: sembra controverso, ma se rivolgi uno sguardo al mercato per un lungo periodo, ti renderai conto che segue determinati schemi. Per esempio, un aumento drammatico è quasi sempre seguito da una caduta ancora più drammatica. Non succede solo ai singoli titoli, ma ai mercati in generale. Perché una forte domanda continua a spingere il prezzo fino a dove l’azienda viene sopravvalutata ma, prima o poi, la bolla esplode e il prezzo ritorna a quello che vale veramente, se non al di sotto; questo è a causa dell “effetto palla di neve“. Quando la sua quota di PetroChina stava aumentando drasticamente, Warren Buffet ha immediatamente svenduto tutte le sue azioni e non ha aspettato che raggiungesse il suo picco, anche se avrebbe potuto fare molto di più, dal momento che sapeva che sarebbe potuto andare in crash in qualsiasi momento, e non sarebbe stato un divertimento. Ed è esattamente quello che è successo. Ricorda cosa è successo a Bitcoin: dopo aver raggiunto il suo picco, nel giro di poche settimane, ha perso metà del suo valore. La lezione è: ogni volta che il prezzo è alle stelle, è un brutto momento per investire. In effetti, quando accade al mercato in generale, si verifica una crisi finanziaria come nel 2008, come è accaduto ai prezzi delle case. Prendiamo in esame il caso Tesla e Elon Musk in generale. Nonostante le idee brillanti, in tutto il mercato Tesla non è il miglior investimento là fuori. Musk è un genio quando si tratta di generare clamore intorno alle sue aziende, e crea grande entusiasmo su ciò che Tesla potrebbe realizzare. Ma poi, in pratica, le cose vengono ritardate, le scadenze vengono posticipate e problemi imprevisti iniziano ad apparire: una cosa assolutamente normale. Questo è il motivo per cui l’hype scompare e gli investitori abbassano le loro aspettative, in modo che il prezzo ricada naturalmente, e se sei stato una di quelle persone investite in quell’hype, hai chiaramente perso. Quindi non lasciare che le tue emozioni rovinino la tua ragione, perché il tuo obiettivo principale è fare buoni investimenti e tutto il resto è secondario.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi