Silicon Valley: come Stanford, la scienza e la guerra hanno fatto la storia della tecnologia | Big Think

La storia della Silicon Valley: l’ascesa di un unicorno tecnologico.

Nella prima parte del 20 ° secolo, la Silicon Valley non era conosciuta come la “Silicon Valley”. Era la “Santa Clara Valley”. Era una regione agricola, nota per essere la “capitale delle prugne d’America”. In termini di inizio, Sherman Fairchild ha creato Fairchild Semiconductor nell’area perché aveva ereditato molti soldi dalle azioni IBM. In questo modo, IBM è una specie di nonno di tutte le società di computer a causa di ciò. Rievocare un’altra Silicon Valley nel mondo sarebbe difficile, ma non impossibile. La regione è diventata quella che è oggi perché è riuscita in un certo tipo di tempo.

Margaret O’Mara è l’autore di THE CODE: Silicon Valley and the Remaking of America. È professore di storia all’Università di Washington, dove scrive e insegna la storia della politica americana, la crescita dell’economia ad alta tecnologia e le connessioni tra i due.

La prima parte del 20 ° secolo, la Silicon Valley non era conosciuta come Silicon Valley. Era la valle di Santa Clara. Era una regione agricola. Era meglio conosciuta per essere la capitale delle prugne d’America. Era il luogo in cui il frutto veniva coltivato, inscatolato e raccolto. Quindi è stato davvero dalla parte dell’azione principale. Dove la vera svolta per la Valle furono gli anni ’40, la seconda guerra mondiale. Fu la svolta per la California e il Pacifico occidentale. Il Pacific Theater ha portato migliaia di militari in streaming attraverso porti come San Francisco. Ha costruito le installazioni militari su e giù per la Baia di San Francisco, nonché su e giù per la costa occidentale. E poi, dopo la guerra, questo continuò con la Guerra Fredda e una grande quantità di attività militari.

La California ricevette un’enorme quantità di questa spesa, di spese militari, che Dwight Eisenhower in seguito memorizzò in modo memorabile come il complesso militare-industriale. E la California era una delle sue capitali. Quindi nel mezzo di tutto ciò c’è questa piccola università, Stanford, che era stata fondata nel 1890 da un barone delle ferrovie e da sua moglie. Stanford è un posto insolito. A differenza dei college della Ivy League, che furono fondati in epoca coloniale per educare futuri sacerdoti e avvocati, una specie di istituzione di arti liberali, Stanford iniziò con una missione molto pratica in mente. Nella sua borsa di studio, afferma, “Porta qualcosa di utile nel mondo”. E così Stanford ha sempre avuto una piega tecnica. Le scienze e l’ingegneria erano sempre al centro.

E mentre il governo in qualche modo aumentava questa spesa senza precedenti in ingegneria, in scienza, mentre l’America entrava nell’era nucleare, i leader di Stanford, in particolare il suo decano dell’ingegneria, un ingegnere elettrico di nome Fred Terman, riconobbero che c’era, come diceva Terman, una meravigliosa opportunità di cui Stanford avrebbe potuto approfittare. Terman aveva trascorso la seconda guerra mondiale a Boston. Lavorava per il governo. Lavorando come parte delle molte, molte migliaia di accademici, scienziati e ingegneri che erano andati a lavorare per l’ufficio di ricerca e sviluppo in tempo di guerra, che era gestito dal mentore laureato di Terman al MIT, un ragazzo di nome Vinnie [? Verbush. ?] e Terman si resero conto che tutto sarebbe cambiato per le scienze, che c’era questa grande opportunità. E per Stanford, un posto in cui era cresciuto, era un ragazzo di facoltà. Anche suo padre era stato professore lì. Palo Alto era casa. Ha scritto ad un amico durante la guerra, “Stanford ha l’opportunità di diventare come Harvard, se ne approfittiamo.

O potrebbe semplicemente essere un posto come Dartmouth, che è rispettato, ma non è importante per la conversazione nazionale. ” Non so come la gente a Dartmouth si sentirebbe al riguardo, ma era un po ‘… c’era un un po’ un animale immaginario lì. Quindi Terman ritorna. E collaborando con l’allora presidente dell’università, Wallace Sterling, che era uno storico, mi piace aggiungere sempre, hanno davvero rifatto l’intero curriculum di Stanford per rinforzare il dipartimento di fisica per creare dei programmi che sono stati progettati per lavorare con l’industria, con queste nuove industrie della difesa che stavano crescendo in California e nella Bay Area. E per personalizzare davvero i programmi in modo che formino studenti universitari e laureati in scienze e ingegneria per uscire e andare in questo lavoro di queste nuove società di elettronica che stanno esplodendo in questo periodo postbellico. Era qualcosa che nessun’altra università ha mai fatto davvero, prima o dopo. E questa è una cosa che distingue la Valle. L’invenzione che trasformò la valle non fu inventata nella valle. È stata inventata nei Bell Laboratories, New Jersey– il transistor, 1947.

E uno dei suoi co-inventori era un ragazzo di nome William Shockley, originariamente originario di Palo Alto. E così, quando lascia i Bell Labs e decide di voler avviare una sua società, sta producendo e commercializzando la tecnologia dei semiconduttori al silicio basata su questo transistor, questo transistor rivoluzionario. Decide di andare a Palo Alto. È in parte convinto dal suo amico e collega Palo Altan, e dal decano Fred Terman di Stanford, che gli ha detto “venite qui”. Ma anche sua madre era ancora lì… La madre di Shockley era ancora a Palo Alto. Stava soffrendo. Ed era il ragazzo di una mamma, e voleva tornare a casa. Quindi quella scelta si è rivelata importante, perché Shockley è stato un vincitore del premio Nobel. Il suo trasferimento a Palo Alto ha fatto davvero sedere tutti e prendere nota. E assunse alcuni dei più brillanti ingegneri che riuscì a trovare. Li reclutò per uscire e lavorare per il suo nuovo Shockley Semiconductor Lab, 1955-56. E via alle gare. Ma, colpo di scena, Shockley si è rivelato il peggior capo del mondo. Era terribile lavorare per lui. Era imperioso.

C’era una ragione per cui nessuno del suo team dei Bell Labs andava con lui alla Shockley Semiconductor. Come le nuove reclute hanno scoperto rapidamente, questo non era un buon posto di lavoro. Shockley, più tardi nella sua vita, in realtà, nella sua fase successiva della sua vita, è caratterizzato da un abbraccio di eugenetica, razzismo scientifico. Shockley era un personaggio molto complicato e imperfetto. Ma l’effetto immediato fu che Shockley reclutò questi incredibili ingegneri per venire fuori per sviluppare questa tecnologia a semiconduttore al silicio. E, nel giro di pochi anni, quegli ingegneri avevano deciso che avrebbero smesso e avrebbero formato una loro società rivale. E quegli otto uomini, che sono diventati famosi come Traitorous Eight, hanno lasciato Shockley e hanno fondato una società chiamata Fairchild Semiconductor, ottenendo il sostegno di un industriale della East Coast. Stranamente, era un figlio … Un ragazzo di nome Sherman Fairchild, Fairchild era in grado di investire in Fairchild Semiconductor o creare Fairchild Semiconductor, perché aveva ereditato molti soldi dalle azioni IBM.

Abbastanza stranamente, IBM è una specie di nonno di tutte le società di computer. Ha aiutato a finanziare indirettamente il primo, l’iconico nonno di tutte queste startup della Silicon Valley. Un’industria di semiconduttori che a sua volta avrebbe lasciato il posto a un’industria di personal computer che avrebbe spostato IBM in cima al mucchio di computer. Quindi c’è una meravigliosa storia circolare, qui. Così Fairchild Semiconductor viene incorporata (creata) nel settembre del 1957. Cosa succede due settimane e mezze dopo? Il satellite Sputnik viene lanciato nello spazio. E così la Razza Spaziale, quella razza, faceva parte di ciò che mandò la nave missilistica della Silicon Valley fuori dal tubo di lancio, per così dire. Perché ciò che ha creato è stata una domanda intensa per l’elettronica molto piccola e leggera, che è ciò in cui la Valle si è specializzata. Pensa alla costa occidentale. Avevi un certo numero di centri dell’industria della difesa.

Avevi la mia città, Seattle, città aerospaziale, che costruisce grandi aerei (la Boeing ha sede ad Emerett, un sobborgo di Seattle, ndr.), costruendo grandi cose. Giù a Los Angeles, costruivano anche aeroplani, costruivano grandi cose. Nella valle, hanno costruito piccole cose. E la Space Race crea, intensifica la domanda di piccoli dispositivi computazionali e di comunicazione in cui la Valley si è specializzata. Quindi questi primi produttori di chip, anche se crescono in grande, diventano ricchi con i clienti del settore privato e le loro aziende private, all’inizio, un’azienda come Fairchild, per esempio, nei primissimi anni ottenne l’80 percento dei suoi ordini dal Dipartimento della Difesa e da agenzie governative, inclusa la NASA. Il governo era un cliente estremamente importante. Era molto presente. Era disposto a spendere molti soldi per la tecnologia del cielo blu per la quale non esisteva ancora un mercato.

E ha creato le basi sicure per iniziare una cultura imprenditoriale di avvio nel settore privato competitivo. È davvero divertente, il

più grande dei grandi programmi governativi ha aiutato la Silicon Valley, il mondo delle startup, a iniziare. E questa è l’alchimia. Non è solo un grande governo e non è solo l’imprenditoria del libero mercato. È questa miscela di entrambi che si riunisce nella Valle in questo particolare momento e luogo. E inizia a generare generazione dopo generazione di aziende. OK. Così, tanti posti hanno cercato di diventare Silicon Valley. Abbiamo silicio in tutto il mondo. E allora perché la Silicon Valley sta ancora regnando suprema? Bene, non puoi davvero farne un’altra perché è un prodotto di un tempo e un luogo caratteristici. È anche il prodotto di sette decenni di molteplici generazioni tecnologiche costruite l’una sull’altra. Uno degli ingredienti segreti della Silicon Valley è il tempo.

Ora, questo non significa che altri posti nel mondo non possano costruire regioni vibranti e ad alta tecnologia. Ci sono molti posti in tutto il mondo che stanno crescendo centri dell’industria innovativa, dell’industria creativa, dell’industria basata sulla tecnologia. Ma la magia della Silicon Valley era qualcosa che era molto un prodotto dell’America del dopoguerra, del modo in cui … le condizioni geopolitiche, la natura e la mancanza di una significativa competizione all’estero per un po’. Voglio dire, uno dei motivi per cui l’economia americana e l’industria americana sono diventate così dominanti nei 25 anni successivi alla seconda guerra mondiale è perché il resto del mondo industriale ha lasciato letteralmente in rovina la seconda guerra mondiale. E quando quelle economie, come la Germania e il Giappone, vengono ricostruite e ricostruite in modi ancora migliori, è allora che iniziano a diventare una seria concorrenza per l’industria americana.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi