3 scelte di azioni sottovalutate | Morningstar Europe

James de Uphaugh di Edinburgh Investment Trust parla di tre delle migliori azioni del suo portafoglio.

*****************

Black: Allora, oggi hai tre azioni per noi dal portafoglio. Da dove dovremmo iniziare?

de Uphaugh: Beh, dovremmo iniziare con Weir? Allora, Weir è un’azienda che ora, dopo la vendita dei suoi beni di scisto, è molto concentrata su questo incredibile business della tecnologia dei minerali. E se si pensa ai problemi dell’industria mineraria al momento, in positivo, sono davvero un’industria redditizia. Quindi, devi assicurarti di produrre a pieno ritmo, ma il lato negativo è che devi stare molto attento alla tua impronta di carbonio. E questo è esattamente ciò che Weir affronta. I suoi prodotti riducono l’uso di acqua e di energia ed è una specie di modello particolare, se volete. Quindi, vende pezzi di ricambio. È lì che fa tutto il suo margine. Così, la vendita ha rivelato una pesca di un business nella tecnologia dei minerali, che genererà davvero una buona crescita composta delle entrate. E in realtà, anche se non è stato dato via, è uno di quelli che ho aggiunto nell’ultimo trimestre. Quindi, Weir sarebbe la mia prima scelta.

Black: E quanto è stato difficile per Weir liberarsi di quella parte del business? Qual è stata la reazione del mercato?

de Uphaugh: Sì. Beh, è molto interessante perché Weir era convenzionalmente un po’ sovraccarico in quella fase, e questo è in parte il motivo per cui ha venduto l’attività. Ma penso che il fatto che l’acquirente sia stato nientemeno che Caterpillar la dice lunga sulla qualità dell’attività di Weir. Quindi, Caterpillar compra attività di buona qualità, e ricordate, questa è l’attività più ciclica e di bassa qualità della Weir, ed è quella che hanno comprato. E questo non fa che sottolineare la qualità del resto del business della Weir.

Black: Ok. Qual è l’azione numero due?

de Uphaugh: Beh, lo stock numero due penso sia Tesco. Tesco è interessante perché è stata francamente un po’ sottotono nell’ultimo anno. Ha dovuto assorbire una serie di cose che sono i declassamenti dei profitti relativi alla banca, i costi COVID di gestione dei supermercati, il fatto che hanno ripagato le tariffe commerciali e anche il cambio di leadership al vertice. Quindi, in apparenza ci sono una o due cose che hanno trattenuto le azioni. Ma in realtà, se si guarda più da vicino, e l’ultima serie di risultati è stata davvero una buona illustrazione di questo, in realtà, le dinamiche del marchio sono superbamente forti. Così, guadagnano clienti da tutti i principali (indiscernibile). Quindi, stanno guadagnando quote di mercato, e penso che cose come il prezzo uguale a quello di Aldi stiano funzionando. Sono anche cose come il prezzo abbinato della Clubcard, che ancora una volta è buono. Quindi, la chiave è guadagnare quote. Anche dal punto di vista della concorrenza, i loro concorrenti sono in una forma meno forte anno dopo anno. Quindi, Asda ha un nuovo proprietario, esce Walmart, entra il private equity. So contro quale dei due preferirei competere. Poi ci sono i discount. I discount, il loro P&L è sceso. Quindi, competitivamente, sono in una posizione più forte.

Black: Ok. E passiamo alla nostra azione finale.

de Uphaugh: Sì. Quindi, l’ultimo è uno dei nostri titoli d’oltremare, ed è Newmont Mining. Quindi, questo è un minatore d’oro. E così, questo è un buon modo di giocare il rischio non banale che l’inflazione transitoria diventi inflazione radicata, ok? Ora, insieme a questo, avete anche il fatto che l’industria dell’oro si sta consolidando e ciò significa che le forniture delle miniere sono scese mentre la domanda sta cominciando a salire. Abbiamo visto le banche centrali comprare, i consumatori indiani e cinesi. Quindi, si ha la classica domanda in calo dell’offerta. Economia elementare uguale bella tensione dei prezzi. Poi, se ci concentriamo su Newmont stessa, è il giocatore (ponderato) che penso perché l’85% dei suoi beni – oltre l’85% delle sue riserve erano in buone giurisdizioni, Nord America, Australia. Ha un team di gestione molto forte guidato da Palmer con un buon record di sicurezza, buone relazioni con la comunità, quasi nessun debito. Davvero, cosa c’è che non va?

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi