I settori che saliranno alle stelle quando l’inflazione colpirà | Livewire

Il Bitcoin è in crescita. I prezzi delle case sono saliti. Le materie prime dure sono in crescita. E le banche centrali stanno stampando a raffica. Quindi, è abbastanza per far pensare gli investitori all’inflazione?

Certamente, Tim Carleton, co-fondatore di Auscap Asset Management, ha inserito l’inflazione in una serie di scenari per il suo portafoglio. Anche se pensa che il mercato non stia ancora anticipando un rialzo dell’inflazione in generale – è sicuramente sul radar.

Alcuni investitori potrebbero essere addormentati al volante quando si tratta di inflazione, ma in questo video, Carleton delinea un’opportunità per una situazione vincente, che l’inflazione colpisca o meno, e quali settori sono sottovalutati in questo momento.

James Marlay:

Ora, lei usa la sua newsletter mensile per approfondire argomenti di interesse per il mercato. Uno dei recenti era sull’inflazione, che è in primo piano per molte persone che cercano di avere un polso su come potrebbe essere l’inflazione. Sta andando a picco? Mi parli del suo punto di vista.

Tim Carleton:

La newsletter più recente era solo un’osservazione e l’osservazione è abbastanza semplice. Stiamo vedendo le banche centrali e i governi di tutto il mondo aumentare l’offerta di denaro in modo abbastanza drammatico. Allo stesso tempo, stiamo vedendo un sacco di prezzi delle attività muoversi verso nord in modo abbastanza considerevole in un breve periodo. Così stiamo assistendo a un aumento dei prezzi delle azioni. State vedendo aumentare i prezzi delle case, non solo in Australia ma nella maggior parte delle principali economie sviluppate. Si assiste a un aumento delle materie prime. Quindi siamo molto concentrati sul minerale di ferro australiano, ma non è solo il minerale di ferro. Stiamo assistendo a un aumento dei prezzi delle soft commodity. Stiamo assistendo a un aumento dei prezzi dei metalli preziosi, oro e argento molto più alti di dove erano 12 mesi fa. Stiamo assistendo a un aumento degli asset alternativi come Bitcoin.

Non è un’idea inverosimile che l’aumento dei prezzi delle soft e hard commodity a un certo punto filtri nel costo delle merci, perché alla fine sono i beni di input in molti prodotti finiti. Vedremo se questo si ripercuoterà su un’inflazione più alta, ma il mercato non sta certamente anticipando un’inflazione più significativa di quella attuale. Se ci muovessimo in quel tipo di ambiente, sospetto che molti dei nomi di valore farebbero abbastanza bene, perché sono in settori in cui l’inflazione sarebbe un beneficio reale per la crescita dei loro guadagni, che si tratti di banche o di minatori o di giocatori al dettaglio discrezionali, dovrebbero tutti beneficiare di un ambiente inflazionistico, ma vedremo.

James Marlay:

Sembra che tu abbia passato del tempo a pensare all’inflazione e mi chiedevo se potevi darmi qualche dettaglio in più. Hai toccato alcuni settori. Come ti occupi specificamente dell’inflazione nel portafoglio? È una tesi centrale? È una tesi marginale?

Tim Carleton:

Beh, non è centrale, ma è sempre importante considerare una varietà di risultati quando si investe. Dove si possono ottenere rendimenti fuori misura è quando si vede un fattore che tutti suppongono sarà A, ma in realtà B si verifica, perché ti fornisce un payoff asimmetrico. Quindi ci piacciono molti dei nostri investimenti in settori che beneficerebbero dell’inflazione, anche se il mercato ha ragione nell’assumere che non ci sarà effettivamente inflazione per un po’ di tempo. Se siamo soddisfatti del rendimento totale offerto dagli investimenti in quelle aziende, partendo dal presupposto che non c’è inflazione, se improvvisamente ci sarà l’inflazione, allora dovrebbero fare molto meglio, perché il mercato è attualmente sotto-investito in quei settori, perché non vede l’opportunità che potrebbe arrivare in termini di crescita degli utili per quelle aziende se ci muoviamo in un ambiente inflazionistico.

Avere la consapevolezza di ciò che il mercato sta pensando in relazione a questo tipo di aspetti è importante, perché a volte fornisce all’investitore l’opportunità di investire con un payoff asimmetrico.

In altre parole, sei felice se lo status quo continua con il rendimento totale che quella particolare azienda ti offre. Ma se ci muoviamo in un ambiente che è più vantaggioso, questo porterà ad un risultato ancora migliore.

James Marlay:

Quindi mi dia un’idea di dove si trova nel mercato. Ha toccato le banche, ha parlato di risorse, qual è un esempio?

Tim Carleton:

Le banche sono ovviamente un beneficiario, perché se ci muoviamo in un ambiente di alta crescita, questo è vantaggioso per i loro portafogli. La vendita al dettaglio è un beneficiario ovvio, perché tendono a mantenere più margine in un ambiente inflazionistico e ne stiamo vedendo un po’ al momento. Lei ha menzionato i minatori, loro sono un ovvio beneficiario, perché se i prezzi delle materie prime sono più alti e si muovono più velocemente delle loro strutture di costo, allora fanno più soldi. Così tutti i paradisi tradizionali per l’inflazione sono attualmente alla fine del mercato con prezzi più attraenti, assumendo che non ci sarà inflazione, e che molti degli aumenti che abbiamo visto, per esempio, nel prezzo del minerale di ferro, torneranno indietro nel tempo.

Il minerale di ferro è un caso di studio interessante, perché guardiamo fuori e vediamo il potenziale per un aumento della domanda. Al momento si vede ovviamente una domanda elevata da parte della Cina, ma il resto del mondo sta ancora consumando meno minerale di ferro e meno acciaio di quanto non fosse prima della crisi. Quindi supponiamo che a un certo punto si normalizzerà e potenzialmente supererà il livello di consumo di acciaio che abbiamo visto in precedenza, perché probabilmente avremo un boom globale delle infrastrutture e delle abitazioni, se non ne stiamo già vedendo l’inizio. Se ci muovessimo in un ambiente in cui c’è una domanda in eccesso e non c’è molta offerta in arrivo e non vediamo un gran numero di progetti nello spazio del minerale di ferro in fase di sviluppo, questo è un ambiente per prezzi più alti, non per prezzi più bassi. Eppure tutti suppongono che ad un certo punto, ragionevolmente a breve, il prezzo del minerale di ferro tornerà dove ci si aspettava che fosse a lungo termine. Questo al momento ci sembra alquanto improbabile, ma vedremo come andranno le cose.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi