Warren Buffett e la gara contro gli hedge fund | TD Ameritrade

Dov’è il posto migliore dove mettere i propri soldi? Secondo Warren Buffett, non nelle mani dei gestori di hedge fund professionisti. Buffett ha scommesso $ 1.000.000 che un fondo indicizzato avrebbe un rendimento migliore rispetto agli hedge fund selezionati da un professionista. Scopri come un fondo azionario S&P 500 non gestito ed a basso costo ha battuto i fondi gestiti attivamente.

Quando il primo fondo indicizzato è arrivato sul mercato nel 1976, molti professionisti del settore finanziario hanno criticato l’idea. Poiché l’obiettivo di un fondo indicizzato è quello di far corrispondere i rendimenti del mercato – non di sovraperformare il mercato – i critici hanno pensato che significasse accontentarsi della mediocrità. Alcuni hanno persino definito l’idea “non-americana”.

Nei fondi a gestione attiva, i professionisti ricercano, valutano e scelgono manualmente ogni investimento. Il concetto che un fondo azionario passivamente gestito potesse funzionare come un fondo gestito attivamente ha ribaltato la convinzione diffusa che i gestori di fondi professionali avessero una capacità speciale di scegliere e gestire gli investimenti.

A causa della combinazione di commissioni basse, diversificazione e rendimenti consistenti, i fondi indicizzati hanno iniziato a crescere in popolarità. Tuttavia, anche gli hedge fund, che sono gestiti attivamente da professionisti, sono cresciuti in popolarità.

Il leggendario investitore Warren Buffett riteneva che i fondi indicizzati potessero conseguire rendimenti migliori per gli investitori a lungo termine rispetto ai fondi a gestione attiva. Per dimostrare la sua teoria, nel 2007, Buffett ha lanciato una sfida al settore degli hedge fund. Ha scommesso che nel corso di 10 anni, un fondo azionario S & P 500 non gestito a basso costo avrebbe sovraperformato gli hedge fund scelti da un professionista. Buffett si aspettava che uno stuolo di gestori di hedge fund accettasse avidamente la sua scommessa, ma fu raggiunto solo da silenzio. Infine, un singolo gestore di hedge fund ha accettato la scommessa, e selezionato cinque hedge fund per far fronte al fondo dell’indice S & P 500 di Buffett.

L’investitore il cui fondo ha prodotto rendimenti maggiori – meno tasse – nel corso di 10 anni avrebbe ricevuto $ 1.000.000 in beneficenza a sua scelta. Durante il primo anno, il fondo dell’indice di Buffett stava perdendo molto tempo. Ma perché il tempo previsto per la scommessa era dieci anni, il fondo indicizzato ha sovraperformato gli hedge fund nel lungo periodo. Al 10° anno, il fondo azionario di Buffett ha guadagnato il 7,1% – un dato piuttosto tipico per il mercato azionario nel tempo – mentre i cinque hedge fund hanno registrato una media del 2,2%.

Il fondo indicizzato di Buffett era così avanti rispetto agli hedge fund che il gestore si arrese mesi prima che il periodo di tempo di 10 anni fosse ufficialmente finito, e Warren Buffett ricevette $ 2,2 milioni da donare a un’organizzazione benefica che sostiene le giovani donne.

La vittoria di Buffett suggerisce che investire in fondi indicizzati non significa accontentarsi della mediocrità. Poiché la costante sovraperformance del mercato non è sempre possibile, gli investimenti in fondi indicizzati possono rappresentare una strategia efficace per gli investitori a lungo termine.

Altri post che potrebbero interessarti