PENSACI OGGI di Zenit SGR. Commento di gennaio 2017

PENSACI OGGI NEWS – commento di gennaio 2017

Roberto Forni, responsabile di Pensaci Oggi, l’innovativo prodotto di Zenit Sgr, ci parla dell’andamento nel fondo nel commento di Gennaio 2017.

Che cos’è

PENSACI OGGI è un fondo flessibile. Ha una filosofia d’investimento basata su un approccio sistematico e disciplinato ai mercati globali con un orizzonte temporale di medio-lungo termine. Gli investimenti sono diversificati per strumenti, metodologie di gestione, strategie e gestori. Questo per massimizzare ed ottimizzare il profilo di rischio rendimento. Nella gestione del fondo Zenit ha affiancato al proprio team di gestori ed analisti anche le competenze di AdviseOnly.

Nell’attuale scenario finanziario, caratterizzato da rendimenti delle obbligazioni molto bassi e mercati azionari di non facile lettura, il cuore del portafoglio viene gestito utilizzando approcci gestionali alternativi per sfruttare le asimmetrie dei mercati e la variabilità nei differenziali di valore dei diversi strumenti investibili.

Come è strutturato

La principale fonte di rendimento a rischio contenuto è costituita dalla gestione dinamica di un portafoglio di azioni europee. Queste sono selezionate attraverso una serie di parametri fondamentali e quantitativi. La gestione è abbinata alla contestuale vendita di futures sull’indice al fine di neutralizzare il movimento di mercato. Tale strategia rappresenta circa il 40% degli investimenti. Consente di creare valore grazie alla comprovata capacità dei gestori di Zenit di individuare titoli che “performano“ meglio del loro mercato. Permette quindi di conseguire dei rendimenti assoluti indipendentemente dal fatto che le borse salgano o scendano.

Ulteriore fonte di buoni rendimenti con un basso rischio è realizzata investendo circa un quarto del portafoglio in fondi flessibili e a rendimento assoluto gestiti dai migliori talenti italiani ed internazionali selezionati e continuamente monitorati tramite un rigoroso processo di analisi qualitativo e quantitativo.

In funzione degli scenari macroecomici e delle prospettive di rendimento atteso, una quota del 20 – 30% del patrimonio viene investita nelle azioni e nei settori dei principali megatrend di lungo periodo.

Una componente di circa il 10% del fondo verrà inoltre dedicata al finanziamento dell’economia reale italiana. Ciò accadrà tramite l’investimento nei cosìdetti Minibond. Queste sono obbligazioni emesse dalle piccole e medie aziende italiane per sostenere i loro progetti di crescita. Tali strumenti obbligazionari offrono oggi rendimenti molto interessanti del 5-6% annuo.

Andamento

Nel mese di dicembre il portafoglio ritorna in territorio positivo, realizzando una performance intorno all’1%. Questo soprattutto i rialzi diffusi sugli indici europei e statunitensi. I rialzi sono stati dovuti alla vittoria del No nel referendum italiano, ed a quella di Trump in USA.

Portafoglio

il portafoglio ha risposto positivamente alle dinamiche del mese di dicembre. Non ha quindi subito grandi cambiamenti. Segnaliamo, comunque, che dopo le ottime performance sino ad ora, si prende profitto sul settore automotive e su quello finanziario globale.

Altri post che potrebbero interessarti