I due grandi nemici del buon investitore

I due grandi nemici del buon investitore. Quando si opera sui mercati finanziari ci si deve confrontare con due emozioni ancestrali, la paura e l’avidità, che se non controllate con disciplina e una buona educazione finanziaria, rischiano di far bruciare il proprio capitale.

******************

Salve a tutti. Oggi vorrei parlarvi di investimenti ed emozioni. Perché quando operiamo sui mercati finanziari, le due grandi leve emotive che si scatenano nel nostro cervello sono paura e avidità.

Un investimento è un po’ come un pendolo, che oscilla tra appunto paura da un lato e avidità dall’altro. Tutti gli errori che un investitore commette sono sostanzialmente legati a queste due potentissime emozioni.

La paura ci fa commettere numerosi errori, sia nel momento in cui dobbiamo decidere di entrare in un investimento, perché magari abbiamo paura di compiere questo salto, ma anche quando siamo all’interno dell’investimento, e magari siamo in perdita, abbiamo paura di vendere perché in quel momento andiamo poi a fissare concretamente nel nostro cervello la perdita, e quindi la sofferenza.

Ma anche l’avidità ci fa commettere tantissimi errori, perché non ci fa appunto osservare con lucidità il nostro investimento, ma anche, appunto, l’ingresso in un eventuale investimento.

Tutti gli errori partono, dicevo, da queste due sfere emotive. Ma alla base c’è una incapacità di avere un buon piano di gestione del proprio capitale, un cosiddetto money management. E dobbiamo sapere, sembra anche abbastanza banale, ma non lo è per tutti, che quando appunto perdiamo qualcosa del nostro capitale, poi dobbiamo fare uno sforzo più grande per andare a riportare il capitale nella situazione iniziale.

Se noi perdiamo il 10%, per tornare alla condizione iniziale non basta recuperare il 10 per cento, ma ci vuole un guadagno dell’11%. Se perdiamo il 20% in una operazione, dovremo poi fare uno sforzo del 25 per cento per riportare in parità il capitale iniziale, e via dicendo fino a che, se perdiamo il 90%, il titolo azionario o il prodotto di investimento che è sceso così profondamente in rosso, che per paura non abbiamo venduto in tempo dovrà fare un salto del 900% per farci ritornare senza perdite.

Quindi è importante conoscere anche come funziona un po’ la matematica e la gestione del proprio capitale, avere sempre una pianificazione e una conoscenza finanziaria, e ricordare le due grandi regole del guru degli investimenti, Warren Buffett.

Regola numero uno: non perdere il proprio capitale. Regola numero due:  ricordarsi della regola numero uno.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi