Comprare Tenere Vendere: 5 azioni di crescita a prova di proiettile

Dopo l’anno tumultuoso che è stato il 2020, è stato chiaro che le azioni in crescita hanno dominato. In un’era di bassi rendimenti e mercati volatili, gli investitori guardano ora alle azioni per i rendimenti a prova di proiettile che continueranno a durare a lungo nel futuro.

Quest’anno, i beniamini della tecnologia come Netflix, Alibaba e Spotify hanno ottenuto una notevole attenzione da parte degli investitori. Tuttavia, Bob Desmond di Evans and Partners e Joe Magyer di Lakehouse Capital non sono così convinti.

In questo episodio di Buy Hold Sell, Bob e Joe discutono di questi 3 titoli in crescita che hanno corso nel 2020 e se vedono ancora del valore in essi. La coppia rivela anche la loro scelta migliore per un titolo resiliente, che tengono pronto per la crescita.

****************

Eddie Orchard: Benvenuti a Buy Hold Sell, offerto da Livewire Markets. Mi chiamo Eddie Orchard e oggi abbiamo davanti a noi cinque titoli in crescita a prova di proiettile. Hanno avuto un anno stellare nel 2020. La domanda è: possono continuare la corsa? Per aiutarmi a discuterne, sono affiancato da Bob Desmond di Evans and Partners e Joe Magyer di Lakehouse Capital.

Netflix (NASDAQ:NFLX)

Joe, comincerò da te. Netflix, è il più grande servizio di streaming online del mondo, 200 milioni di utenti, e ho sentito che hanno appena ricevuto il nuovo documentario di Beckham. Comprare, tenere o vendere?

Joe Magyer (Tenere): E’ una attesa. Sentite, adoro i contenuti di Netflix, la loro posizione competitiva, il team di gestione, la volontà di reinvestire, ma non amo il bilancio, ed è costoso rispetto a dove è stato storicamente.

Eddie Orchard: Bob, tutti avrebbero dovuto lavorare da casa nella prima metà del 2020. Netflix ha aggiunto 26 milioni di abbonati. Comprare, tenere o vendere?

Bob Desmond (Tenere): Sono completamente d’accordo con Joe su questo. Penso che sia un modello di business formidabile, amo gli effetti della rete, la scala, ma per quanto riguarda la valutazione e il flusso di cassa, probabilmente rimarrò in attesa.

Alibaba (NYSE:BABA)

Eddie Orchard: Alibaba.  La IPO di Ant doveva essere l’IPO per battere tutti i record, ma è appena stata fermata dal governo cinese. Comprare, tenere o vendere?

Bob Desmond (Tenere): Questa la tengo in attesa. Penso che sia un business incredibile. Di nuovo, mi piacciono gli effetti di rete, c’è ancora un’enorme scalata in arrivo, un business non pubblicizzato, e una gestione del pensiero davvero a lungo termine. Questa volta mi terrò in attesa. Non mi piace molto la struttura di governance intorno al VIE. Inoltre, non spendono le stock option. Quando ci si adegua a questo, probabilmente non è così economico come sembra inizialmente. Rimarrò in attesa.

Eddie Orchard: Ci sono un sacco di superlativi per Alibaba, 750 milioni di utenti attivi. È un caso troppo grande per fallire? Comprare, tenere, vendere?

Joe Magyer (Vendere): Sto per dire vendere; apprezzando quello che ha detto Bob, direi che la governance di Alibaba è particolarmente povera. Penso che quando si guarda storicamente come sono andate le cose con Alipay e il modo in cui si è sentita più o meno rubata – o c’è stata un po’ di confusione – con Yahoo riguardo alla loro quota in questo. Inoltre, penso che il modo in cui la Ant IPO è stata tirata fuori, sia che si tratti o meno di un problema di governance, non è di buon auspicio per la società essendo un terzo di proprietà di Alibaba.

Spotify (NYSE:SPOT)

Eddie Orchard: Tutti noi amiamo ascoltare la musica. Spotify ha debuttato come IPO nell’aprile 2018. Ci sono voluti alcuni anni per andare avanti, ma negli ultimi 12 mesi è aumentato di circa il 100%. Comprare, tenere o vendere?

Joe Magyer (Tenere): Una presa per me. Ottima piattaforma, mercato in crescita, e penso che a lungo termine cattureranno molto più valore e all’interno del pool di profitto di quanto la gente apprezzi, ma è difficile collocare per me dove sarà l’attività tra 5 o 10 anni, e questo mi fa riflettere.

Eddie Orchard: Bob, Spotify, tu balli a un ritmo diverso da quello di Joe e compri, tieni o vendi?

Bob Desmond (Vendere): Sto ballando a un ritmo diverso da questo. Personalmente adoro la piattaforma, ma 43 miliardi di dollari di mercato, probabilmente arriveranno alla redditività solo tra circa tre anni. La valutazione è molto ricca, e penso che ci sia concorrenza anche lì. Molte altre piattaforme si contenderanno quei contenuti, quindi sono in vendita su Spotify.

Eddie Orchard: Vi abbiamo chiesto di portare con voi un titolo globale che ritenete sia resistente e che sia il punto di partenza per la crescita. Bob, qual è la tua opzione?

Aon PLC (NYSE:AON)

Bob Desmond (Comprare): Penso che il titolo più resistente che abbiamo in portafoglio sia Aon, che è una sorta di miscela di brokeraggio assicurativo e consulenza. Mi piace molto. Sul lato negativo delle recessioni, si ottiene una crescita organica piatta, è molto resistente. Ha l’80% di ricavi ricorrenti, il 95% di tassi di ritenzione, consentendo margini elevati davvero appiccicosi al 29%. Ma ovviamente, man mano che l’economia si riprende, si vedrà una migliore occupazione, una migliore copertura del capitale fisso, in modo da ottenere una crescita organica migliore. Hanno in arrivo una fusione con Willis. Probabilmente potremo eliminare dal 5 al 10% dei costi. Quindi questo è probabilmente il business più resistente che abbiamo in portafoglio.

Eddie Orchard: È stato un anno piuttosto difficile per la maggior parte degli investitori, Joe. Abbiamo avuto pandemie, abbiamo avuto recessioni e le recenti elezioni negli Stati Uniti. Cos’è un’unica azienda…?

Joe Magyer: A parte questo, è stato abbastanza tranquillo.

Eddie Orchard: – Qual è l’azienda che hai in mano e che ci passerà?

Amazon (NYSE:AMZN)

Joe Magyer (Comprare): Allora, Amazon. Ci piace il lato ciclico e strutturale della tesi di Amazon e le diverse parti del suo business. Quindi, nel breve periodo, c’è stata un’enorme spinta per il business dell’e-commerce, ma pensiamo che sia una spinta strutturale della domanda, non solo una spinta ciclica. Se si guarda ad AWS, Amazon Web Services è la parte con il margine più alto del loro business. Anche se questo è stato un colpo a breve termine perché i clienti spendono un po’ meno, la realtà è che ha tirato in avanti l’adozione del cloud, e pensiamo che tutte le aziende penseranno più seriamente al calcolo distribuito rispetto a prima e nell’arco di due, tre, cinque anni. Questo li tratterà molto bene.

Eddie Orchard: Il 2020 è stato un anno difficile per loro, ma quello che ci aspetta è un’ipotesi.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi