Perché è un buon momento per essere rialzisti sulle azioni | FT

Le azioni e i mercati sono saliti alle stelle nei giorni immediatamente successivi alle elezioni americane. La redattrice di FT Markets, Katie Martin, spiega perché finalmente inizia a sembrare che il 2020 finirà in modo più brillante di quanto non sia iniziato per i gestori di fondi.

******************

Prima che gli americani conoscessero l’esito delle elezioni presidenziali americane del 2020, gli investitori avevano definito un vincitore: titoli tecnologici di alto livello che quest’anno sono già saliti alle stelle.

Le azioni di grandi aziende tecnologiche come Facebook, Microsoft, Apple e Amazon sono salite nelle ore successive alla chiusura dei sondaggi del 3 novembre. Alla fine della settimana, l’indice Nasdaq Composite si trovava ancora una volta a una distanza impressionante dal suo massimo storico.

Prima del voto, alcuni investitori avevano previsto che i Democratici avrebbero assunto sia la presidenza che il Senato – una cosiddetta “onda blu” che avrebbe innescato rapidi e consistenti stimoli fiscali e dato impulso ai titoli non amati più sensibili all’economia statunitense, come le banche e le case automobilistiche. Invece, con il Senato potenzialmente ancora fuori portata e alcuni seggi ancora in palio, la grande tecnologia è di nuovo richiesta.

Gran parte dell’America corporate è sotto assedio da parte del coronavirus, i fallimenti delle aziende stanno aumentando a dismisura e molti lavoratori stanno lottando per trovare lavoro. I money manager scommettono che le grandi aziende tecnologiche offriranno un rifugio in quell’ambiente.

“Siamo tornati in un mondo in cui la crescita è relativamente scarsa e si è disposti a pagare un premio sul mercato per questo”, ha detto Mike Pyle, Chief Investment Strategist globale di BlackRock.

Gli investitori si sono aggiunti alle posizioni azionarie negli ultimi giorni e anche i fondi azionari statunitensi hanno visto nuovi afflussi, secondo l’EPFR.

“C’era un sacco di denaro a margine che aspettava un po’ di chiarezza intorno alle elezioni”, ha detto Stephen Dover, responsabile delle azioni della Franklin Templeton Investments. “Sono rimasto sorpreso che in quasi tutte le comunicazioni con un investitore la domanda che mi pongo è: cosa deve fare un investitore in contanti?

Wayne Wicker, chief investment officer di ICMA-RC, un manager di piani pensionistici, ha aggiunto denaro alla sua posizione tecnologica nei giorni successivi alle elezioni. “Abbiamo sofferto per la flessione delle ultime settimane e l’aggiunta a [posizioni tecniche] questa settimana è stata vantaggiosa per molti dei fondi che supervisioniamo”, ha detto.

Le aziende tecnologiche sono le star del mercato azionario statunitense quest’anno, aumentando i profitti attraverso una delle peggiori recessioni globali dai tempi della Grande Depressione. Mentre molte aziende di viaggi, ospitalità e intrattenimento sono sull’orlo dell’insolvenza, la pandemia ha aumentato la domanda di prodotti da parte di aziende come Apple e Microsoft, mentre i lavoratori acquistano nuove attrezzature per gli uffici domestici e le aziende si affidano sempre più al software e ad altri servizi.

“C’è una dicotomia – da un lato ci sono il tempo libero, le crociere e le compagnie aeree e dall’altro Amazon e Microsoft”, ha detto Susan Schmidt, responsabile del capitale azionario statunitense di Aviva Investors. “È un momento unico. Di solito non vediamo una disparità così estrema tra i modelli di business”.

I bassi tassi d’interesse aiutano anche gli investitori a giustificare le valutazioni relativamente elevate delle aziende tecnologiche in rapida crescita. Il rapporto tra prezzi e utili di Google la scorsa settimana è tornato vicino al livello più alto degli ultimi 10 anni, poiché il suo titolo è stato scambiato a 26,5 volte i profitti attesi per il prossimo anno. Dopo le elezioni, i multipli si sono ampliati per Facebook, Microsoft, Salesforce, Photoshop-maker Adobe e Qualcomm, produttore di chip.

“Qualsiasi tipo di asset di lunga durata, combinato con una bassa inflazione e un basso tasso di inflazione, è diventato più prezioso”, ha detto John Porter, chief investment officer e capo del settore equity alla Mellon. “Questi grandi nomi della tecnologia sono. . . . i sostenitori di questo ambiente”.

La prospettiva di un governo diviso fa scommettere agli investitori che i tagli fiscali firmati dal presidente Donald Trump rimarranno in vigore. Ha anche ridotto, ma non annullato, il rischio di una pesante regolamentazione delle nuove tecnologie.

“Eravamo preoccupati per un’aliquota fiscale più alta non solo per le imprese, ma anche per i guadagni in conto capitale – la tecnologia era un settore in cui avevamo molti guadagni in conto capitale”, ha detto la signora Schmidt.

Il rally delle azioni tecnologiche ha riorientato l’attenzione sul mercato dei derivati, dove un’impennata dell’attività in agosto e settembre ha contribuito a spingere il mercato più ampio verso l’alto. David Silber, il responsabile dei derivati azionari istituzionali di Citadel Securities, ha detto che i trader stavano ora analizzando l’entità delle eccezionali scommesse rialziste sulle grandi aziende tecnologiche e di crescita, che settimane fa sembravano scadere senza valore.

Il rally degli ultimi giorni significa che i trader che hanno venduto le opzioni dovranno coprirsi acquistando azioni, fornendo un ulteriore aumento alle azioni statunitensi, ha detto Silber.

Alcuni investitori hanno avvertito che il rally tecnologico potrebbe ancora sbrogliarsi. Una potenziale mancanza di stimoli per diversi mesi potrebbe lasciare danni duraturi all’economia o tagliare il rimbalzo in corso, proprio mentre i casi di coronavirus accelerano. Gli investitori hanno anche avvertito che i dati sulle sperimentazioni del vaccino contro il coronavirus nei prossimi giorni potrebbero infiammare il più ampio mercato azionario statunitense e cambiare rapidamente il posizionamento degli investitori.

“Il background geopolitico è una parte importante dell’investimento, ma è solo una parte di esso”, ha detto Porter. “I prezzi delle azioni sono ancora guidati dai guadagni. Chi comanda a Washington è importante, ma è solo una parte del mosaico”.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi