Brexit. La questione britannica | Limes

Lucio Caracciolo presenta il numero 5/19 di Limes “La questione britannica”. Brexit e le sue conseguenze, che saranno ben diverse da quanto ci aspettiamo.

Punti nodali

  • Il volume è dedicato alle partite strategiche in corso in Inghilterra;
  • Noi vediamo tendenzialmente solo la Brexit, che è una questione importante, ma non è quella decisiva;
  • E’ in gioco la capacità della monarchia britannica di mantenere intatto l’intero Regno Unito;
  • Se ci sarà davvero la Brexit, sarà probabile un nuovo referendum in Scozia per una richiesta d’indipendenza, ed un confine fisico reale tra Irlanda del Nord ed Irlanda;
  • Potrebbero, quindi, riprendere scontri ed attentati da parte degli indipendentisti irlandesi, che vedrebbero nuove ragioni per provare ad ottenere, finalmente, un’Irlanda unita e neutrale;
  • Sono in gioco non solo i territori d’oltremanica britannici, ma la stessa sovranità britannica così come si è costruita nel corso dell’ultimo mezzo millennio, almeno a partire da Enrico VIII;
  • Il Parlamento, oggi, sembra realmente molto delegittimato; la Corona ha ancora molto prestigio, ma nessun potere decisionale;
  • Sono in gioco fattori esistenziali stessi di quello che è stato, fino alla fine della II GM, il più grande impero della storia universale;
  • Per gli italiani, la Brexit ed il resto sembrano storie periferiche, ma le onde dello tsunami britannicco toccherebbero certamente l’Europa, e quindi anche noi.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi