Trasporto. L’era del volo elettrico è più vicina di quanto pensiate | CNBC International

Gli aerei elettrici sono stati discussi come una possibilità di trasporto per molti anni, ma ora sono sull’asfalto e persino in aria. Quindi i jet-setters del mondo possono iniziare a prepararsi a volare in modo elettrico? Tom Chitty della CNBC riporta.

Questo è un aereo elettrico. È uno dei tanti svelato quest’anno. L’industria dell’aviazione diventa così più sostenibile e quando inizieranno a volare in modo elettrico i velivoli del mondo? Questo è il primo aereo passeggeri completamente elettrico del mondo. È un prototipo, ma il creatore dell’aeromobile, la società israeliana Eviation, dice che è prevista l’entrata in servizio nel 2022.

Questa è l’Eviation Alice. L’unica proposta di vendita di questo aereo, oltre ai molti vantaggi di essere un velivolo molto sostenibile con zero emissioni, è in realtà un senso economico: questo aereo costerà $ 200 di volo all’ora per operare, un frazione di quello che un aereo dalle prestazioni simili e di dimensioni simili costerebbe a funzionare e in realtà questo è il caso aziendale e questo è il motivo per cui abbiamo avviato la società “.

Si stima che la bolletta del carburante per l’industria aerea mondiale dello scorso anno abbia totalizzato $ 180 miliardi. Nel 2019, la bolletta del carburante dovrebbe salire a $ 206 miliardi, pari al 25% delle spese operative delle compagnie aeree. L’impatto dei prezzi del carburante sui ricavi delle compagnie aeree è chiaro. Dal 2010, l’aumento e la diminuzione del prezzo del carburante hanno avuto una correlazione diretta con le compagnie aeree che aumentano e diminuiscono i margini di profitto.

Quindi, questo è l’interno dell’Alice, attento a non urtare la testa, è piuttosto piccolo qui, abbastanza stretto, posso quasi entrare nel sedile, ma le finestre sono enormi, è come qualcosa che arriva dal futuro“.

Ma mentre può sembrare futuristico, The Alice non è il primo aereo a propulsione elettrica a prendere il volo o anche il più ecologico. Già nel 2016, il Solar Impulse 2 è stato il primo aereo ad energia solare a viaggiare per tutto il mondo senza una goccia di carburante. Ma mentre quello era un singolo pilota, un volo di resistenza, The Alice, che può percorrere 650 miglia con una singola carica a 250 nodi, è stato progettato per il viaggiatore di tutti i giorni. Ciò significa che puoi arrivare da Parigi a Barcellona senza fermarti per ricaricare.

È lo scopo a lungo termine di questo aereo, essere un aereo di pendolarismo regionale? Vediamo questo aereo come una delle prime opportunità per creare un prezzo competitivo del biglietto per volare sulle distanze sulle quali normalmente guiderete“.

La compagnia aerea statunitense Cape Air ha già introdotto un ordine a due cifre per l’aereo Alice. E la compagnia aerea low-cost britannica EasyJet sta lavorando con la startup americana Wright Electric. EasyJet dice che inizierà a utilizzare il suo aereo elettrico, che percorre distanze inferiori a 300 miglia, nei suoi servizi regolari entro il 2027.

“La spinta, dietro, è il taglio dei costi, è l’ambiente, o è entrambi? L’unità dietro di esso è chiaramente l’ambiente, dobbiamo fare qualcosa di diverso, non direi tagliare i costi. Dobbiamo considerare, sapete, la nostra forza come una compagnia aerea è un buon rapporto qualità-prezzo “. “C’è un’enorme richiesta di aviazione a emissioni ridotte tra i consumatori e anche tra le compagnie aeree.Un minor consumo di carburante significa anche costi inferiori, questo è uno degli aspetti positivi di questo spazio. Gli ambientalisti e le persone tecnologiche sono molto allineati perché tutti vogliono ridurre il consumo di carburante “.

Ma che dire delle compagnie aeree che devono volare per distanze maggiori? Circa l’80% delle emissioni di CO2 del trasporto aereo sono emesse da voli che percorrono più di 1.500 chilometri, circa 930 miglia. Per ora non esiste una modalità di trasporto alternativa pratica. L’industria aeronautica mondiale produce circa il 2% di tutte le emissioni di biossido di carbonio indotte dall’uomo e il 12% delle emissioni di CO2 legate ai trasporti. L’industria si è offerta volontaria per limitare le emissioni complessive entro il 2020 e dimezzare le emissioni entro il 2050.

Una relazione ha rilevato che Easyjet è attualmente la principale compagnia aerea con le più basse emissioni di carbonio per passeggero. Entro il 2020, gli aeromobili di EasyJet emetteranno 75 grammi di CO2 per passeggero chilometro, meno della metà delle emissioni di Korean Air. Ma ci sono ancora una serie di sfide anche per le distanze più brevi. Ad esempio, la capacità. Alice ha solo nove passeggeri e due membri dell’equipaggio. Mentre gli aerei popolari utilizzati per i voli a corto raggio, come l’Airbus A320 e il Boeing 737, possono facilmente ospitare più di 100 passeggeri e coprire più di mille miglia.

I vantaggi degli aerei elettrici vanno oltre la riduzione delle emissioni di carburante. Questi studenti dell’Università di Delft nei Paesi Bassi partecipano a GoFly, una competizione da 2 milioni di dollari per creare il primo dispositivo di volo personale al mondo. La loro squadra, la macchina di Silverwing, è alimentata elettricamente, cosa che hanno scelto al posto di un tradizionale motore di propulsione a reazione per una serie di motivi.

È completamente elettrico, quindi abbiamo una trasmissione elettrica”. “Potremmo averlo facilmente alimentato da un motore tradizionale, ma non vogliamo essere i seguaci della tendenza, vogliamo essere i disgregatori, quindi con un motore elettrico è possibile eseguire lo spooling molto velocemente. tra il controllo delle prestazioni C’è meno vibrazione perché non hai un motore IC in esso, c’è anche un rumore più basso, che è un aspetto cruciale “. “Nell’industria aerospaziale, ci concentriamo sulla sostenibilità un po’ e l’efficienza un po’, ed è qualcosa in cui sempre più studenti sono preoccupati e concentrati”. “Ci sono alcuni ostacoli da superare, ma in un lontano futuro stiamo sicuramente pensando all’elettrificazione dell’aviazione”.

Questi studenti e molti altri hanno dedicato molto tempo e sforzi allo sviluppo di un prototipo di una singola macchina volante personale. Ma gli aerei commerciali sono un’impresa molto più grande, quindi chi lo finanzierà?

Quindi i costi di sviluppo non avranno alcun impatto sui passeggeri che comprano i biglietti per andare sull’aereo?” “Portare un nuovo aereo sul mercato è un compito gigantesco.Il costo di questo sviluppo è stato significativo, ma i costi operativi diretti sono il principale motore dei prezzi dei biglietti.L’energia e la manutenzione sono davvero ciò che si paga, e il fatto che questo aereo sia elettrico colpisce davvero quei due chiodi sulla testa “. “Il nostro obiettivo è ridurre i costi perché il carburante è una parte così costosa di una compagnia aerea: se possiamo ridurre i costi del carburante di essere in aereo, è meglio per l’ambiente perché c’è meno carbonio nell’aria e costi inferiori per i consumatori “.

Quindi, quando vedremo velivoli elettrici in aria?

Nella nostra vita avremo effettivamente la possibilità di vedere tutta l’aviazione potenzialmente elettrica”. “Speriamo di avere il nostro aereo sul mercato, entrata in servizio nel prossimo decennio o giù di lì”. “Questo potrebbe essere certificato nell’ambiente normativo odierno, non abbiamo bisogno di modifiche alle regole, ma ci vorrà del tempo e prevedo che nessuno sarà in grado di acquistare un biglietto per questo prima del 2022”. “Sono venuto da un tempo in cui l’aereo elettrico era impossibile, per un’idea, ma ora abbiamo girato quell’angolo in cui tutti dicono che questo succederà, deve succedere, ed è solo una questione di quando“.

Gli aerei elettrici sono stati discussi come una possibilità per molti anni, ma vederli sull’asfalto e persino in aria, dimostrano che questa potrebbe essere una soluzione pratica alle sfide economiche e ambientali che l’industria sta affrontando.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi