7 tendenze che questi fondi credono che plasmeranno il prossimo decennio | LiveWire

Mentre la battaglia contro la COVID-19 non è ancora vinta, l’emergere dei vaccini ha fornito una debole luce di speranza alla fine del tunnel. E con la più grande campagna di vaccinazione della storia in corso, il 2021 sarà l’anno di transizione in un mondo che è cambiato per sempre. Quali tendenze plasmeranno il prossimo decennio?

Salvo catastrofi inaspettate o varianti resistenti ai vaccini, gli investitori e i consulenti hanno l’opportunità di riprendere fiato e prendersi un momento per riconsiderare o reimpostare i portafogli rispetto ai grandi cambiamenti guidati dalle pandemie che sono destinati a dominare i mercati nei prossimi anni.

Dal cambiamento del panorama geopolitico all’aumento dei rendimenti obbligazionari e al boom del punting online, i migliori e più brillanti australiani condividono le loro opinioni sulle tendenze che daranno forma al prossimo decennio nella serie Top-Rated Funds di Livewire.

****************

James Marlay: Se dovessimo mettere i nostri cappelli da pensatore a lungo termine, c’è una tendenza particolare o una tematica che pensi sarà davvero importante per gli investitori per ottenere il giusto nel lungo termine?

Tema n. 1 – Aspettatevi un focus sulle valutazioni (specialmente nel settore tecnologico)

Kate Howitt, Fidelity

Penso che una delle cose che abbiamo scoperto negli ultimi due anni è quanto profondamente diversi possano essere i modelli di business di alcune società di software e questi mercati vincenti, dove hanno un’intensità di risorse molto bassa, basi di costo molto basse, margini elevati e la capacità di far crescere i loro ricavi a un ritmo straordinario e creare nuovi mercati dove prima non ce n’erano. Queste sono davvero delle bestie strane da un punto di vista economico.

Ora, il mercato le ha valutate molto bene. Quindi, penso che nei prossimi due anni, ci sarà questa vera tensione tra queste aziende che potrebbero continuare a catturare la parte del leone dei profitti disponibili là fuori. Ma quanto di questo si riflette già nei prezzi?

Perché se tornate indietro al 1999, anche se allora foste stati un incredibile stock picker, e aveste capito che Microsoft, Amazon, Google, che quelli sarebbero stati i vincitori e Pets.com sarebbero esplosi, avreste comunque dovuto aspettare 16 anni per tornare ai picchi precedenti. Quindi, si può avere un’azienda straordinaria che è un vincitore a lungo termine, che può ancora avere alcune grandi oscillazioni nella valutazione che il mercato le attribuirà.

Tema n. 2 – Il cambiamento climatico diventerà sempre più importante

Andrew Parsons, Resolution Capital

Il cambiamento climatico è una questione critica. Penso che se potessimo provare a spostare l’attenzione dal termine cambiamento climatico alla salute, penso che sia un modo migliore di guardarlo. E così, se riusciamo a fare i conti con queste conseguenze, questo per me porterà a risultati molto migliori in generale.

Tema n. 3 – I tassi d’interesse e i rendimenti delle obbligazioni sono destinati a salire

Paul Skamvougeras, Perpetual

I rendimenti obbligazionari sono in realtà scesi, negli ultimi 40 anni. Abbiamo raggiunto un punto in cui probabilmente non possono scendere di molto. Quindi, nel prossimo decennio, stiamo pensando a dove potrebbero arrivare i tassi di interesse? Soprattutto quando si hanno i responsabili della politica monetaria e della politica fiscale, soprattutto negli Stati Uniti e in Australia, molto intenti a creare inflazione. Ed è quello che stiamo vedendo. La politica monetaria non può fare molto di più da qui. Ma ora i governi stanno prendendo il sopravvento e stanno davvero, davvero spendendo.

Quindi, lo stimolo che è stato iniettato nell’economia globale per compensare la COVID è stato il 15% del PIL globale. Sono 20 trilioni di dollari in tutto il mondo che sono stati pompati nel sistema. Quindi, c’è davvero un’intenzione. Potete vedere da quello che dice il ministro delle finanze che vogliono creare inflazione, in particolare, inflazione salariale. Ora tutti i politici diranno: “Beh, ci piace un po’ d’inflazione”. A tutti piace un po’ di inflazione. La domanda è: sarà un po’ di inflazione o sarà qualcosa che va fuori controllo? Non lo sappiamo. Ma penso che porsi questa domanda o pensarci nel prossimo decennio sia piuttosto importante.

Catherine Allfrey, WaveStone Capital

L’aumento del rendimento delle obbligazioni avrà un impatto quando torneremo alla normalità. Ci deve essere un impatto sui multipli e su quello che succede ai multipli. La domanda è: la crescita degli utili può compensare la contrazione dei multipli? Stiamo già iniziando a vederlo sul mercato, perché abbiamo questa revisione positiva degli utili in arrivo.

Inoltre i multipli si stanno contraendo mentre quegli utili stanno aumentando. Quindi penso che sia davvero, tornando all’argomento dell’inflazione, l’aumento dei tassi d’interesse, e questa sarà un’area con cui dovrete davvero fare i conti nei prossimi 10 anni.

Tema n. 4 – Il gioco e le scommesse online faranno il boom

Ben Griffiths, Eley Griffiths

La tematica più eccitante che sta cominciando a svilupparsi, e che ha ancora molta strada da fare, è l’ascesa e l’aumento dell’iGaming, dell’eGaming e degli E-Sports. Stiamo parlando di scommesse e giochi online. E stiamo parlando, nel caso degli Stati Uniti, dove essenzialmente le scommesse e il gioco d’azzardo erano essenzialmente proibiti al di fuori della cassa del governo. È stato proibito per un centinaio di anni. Così avete avuto il passaggio della legislazione lì, che è stato per stato, e sta per aprire le scommesse e il gioco in tutti gli Stati Uniti.

Abbiamo già un mercato sostanziale nel video gioco globale. Il videogioco globale, stiamo parlando di giochi Nintendo, Activision Blizzard e Take-Two e questo tipo di attività, quel mercato, vale già qualcosa come 31 miliardi di dollari. Mi sembra molto probabile che l’iGaming e gli E-Sports, quel mercato lo supereranno in dimensioni.

Penso che le stime negli Stati Uniti dell’iGaming abbiano fatto sì che le entrate totali disponibili per le aziende siano qualcosa come 25-30 miliardi di dollari. Sembra che il bacino di potenziali dollari giocabili, se questa è la parola, o di dollari puntabili, sia probabilmente più vicino ai 40 miliardi di dollari. Quindi, c’è un’enorme opportunità che va di pari passo con l’ascesa del commercio online.

Tema n. 5 – Il contante non è il re

Adam Bowe, PIMCO

Dal mio punto di vista i rendimenti reali senza rischio sono morti. Sono finiti i giorni in cui le persone potevano sedersi con attività prive di rischio, o quasi, come il contante e i depositi a termine, e generare una sorta di rendimento reale, quindi un rendimento superiore al tasso di inflazione. Al momento questo è profondamente negativo. Anche quando le banche centrali, credo, passeranno attraverso il prossimo ciclo di rialzo dei tassi di interesse, tornerà da qualche parte intorno allo zero.

Quindi, se sei un investitore seduto lì e hai bisogno di un rendimento reale, un flusso di reddito reale, devi iniziare a pensare a te stesso, quali rischi sono felice di assumere? Perché se ti siedi in depositi a termine senza rischio e in contanti, allora le possibilità sono – la probabilità è che nel tempo – il tuo capitale dopo l’inflazione andrà indietro. Quindi dovete chiedervi questo e la risposta sarà diversa per ogni singolo investitore.

Ti prendi un po’ di rischio di termine o di scadenza? Vi accontentate del rischio di credito? Sei contento di mettere più rischio azionario nel tuo portafoglio? Quindi penso che la risposta sia diversa per ognuno, ma se non ti stai ponendo questa domanda, e dipende dalle condizioni iniziali del tuo portafoglio, allora penso che ti stai prendendo un rischio reale guardando avanti da qui.

Tema n. 6 – Investire in imprese sostenibili e a lungo termine

Sam Ruiz, T. Rowe Price

Gli investitori devono ricalibrare le loro aspettative. Ora siamo a un punto in cui, dal basso, i mercati sono saliti del 70-80%. Non ci sono molti posti dove avresti messo i tuoi soldi che avrebbero perso i tuoi soldi negli ultimi 12 mesi perché tutto è salito quasi all’unanimità, in sincronia.

Quindi penso che per fare le cose per bene, e questo si allinea davvero a come pensiamo di investire, è necessario pensare a quali imprese avranno veramente successo nei prossimi due o tre anni. Un test molto semplice che ci piace usare è chiedere: “Se il mercato fosse chiuso oggi e non poteste commerciare nulla per i prossimi tre, cinque, sette anni, cosa vorreste possedere ora che varrebbe di più dall’altra parte?

Tema n. 7 – I cambiamenti geopolitici e la disuguaglianza daranno forma alla politica

Simon Doyle, Schroders

Una delle cose che penso stia iniziando a diventare importante è questa idea più ampia di riequilibrio. Lo stiamo vedendo in termini di geopolitica: Stati Uniti, Cina, e come e dove si gioca. Ci stiamo muovendo in un mondo di de-globalizzazione che potrebbe essere problematico per l’inflazione e una sorta di riallineamento dell’allineamento del potere geopolitico.

Penso che anche la storia della disuguaglianza si stia giocando. E questo, credo, probabilmente si ripercuoterà sulle impostazioni politiche e così via in termini di tassazione e così via. Quindi penso che ci sia questa storia molto positiva a breve termine, ma penso che ci sia una serie di tematiche strutturali abbastanza potenti e a lungo termine che penso avranno un grande impatto nel prossimo decennio.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi