Mercati. Outlook mondiale 2019 a maggio | Morningstar UK

Jonathan Miller di Morningstar parla con Karen Ward di JPMorgan sui mercati mondiali, quindi Cina, la Federal Reserve, il commercio mondiale e le prospettive del Regno Unito.

Guardiamo all’immagine più grande, a tutto il mondo. Ci sono un sacco di titoli negativi dei media là fuori, quindi quando ci pensi, dove sono effettivamente le opportunità?

Bene, penso che stiamo pensando a cosa abbia causato la crisi l’anno scorso e penso che la maggior parte sia stata la Cina. La Cina ha rallentato abbastanza bruscamente l’anno scorso, è stata auto-costruita. Pechino voleva che l’economia cinese rallentasse, ma è andata a finire con l’ostilità commerciale degli Stati Uniti, il cui rallentamento è stato più netto di quanto sperato. Ma le increspature del rallentamento cinese sono state avvertite in modo molto ampio e in particolare in Europa. Quindi, mentre guardiamo avanti, penso che sia incoraggiante vedere che le autorità cinesi stanno ridimensionando l’economia, stiamo vedendo i frutti di ciò nella stessa Cina. Non ancora, in Europa, ma c’è almeno un po ‘di speranza che vedremo qualche rialzo proveniente da Pechino. Suppongo che l’altro lato positivo sia che le banche centrali di tutto il mondo, e in particolare la Federal Reserve, sono diventate molto più accomodanti di recente. Stanno certamente suggerendo che lavoreranno per cercare di mantenere questa ripresa, mantenere questa espansione in corso. Quindi, c’è qualche stimolo in cantiere. La grande domanda che abbiamo è se il rischio geopolitico, sia che si tratti dell’ostilità commerciale o della Brexit, sia di altre questioni politiche europee, fornisce un eccesso di vento contrario e ciò smorza ancora la crescita.

E gli Stati Uniti sembrano essere l’epicentro di queste guerre commerciali, ora – o la retorica che le circonda. Ora, cosa ne pensi degli Stati Uniti a riguardo?

Bene, per quanto riguarda l’agenda del commercio, ci sono stati alcuni rumori incoraggianti riguardo ai negoziati con la Cina, dobbiamo ancora vedere un accordo e come sarà questo accordo globale. Quindi, finché non lo vedremo effettivamente, penso che dovremmo rimanere un po ‘nervosi. Ci sono anche alcune domande sul rapporto commerciale tra Stati Uniti e Unione Europea, e se gli Stati Uniti cambiano la loro attenzione verso i suoi rapporti commerciali con l’UE, in particolare le automobili. Quindi, questa è un’area di preoccupazione. Ma per quanto riguarda l’economia americana in sé, in generale sembra in buona salute, non ci sono segni troppo evidenti di eccesso o di problemi, in particolare nei settori domestici che sembrano davvero molto forti, molta bassa disoccupazione, abbastanza buoni risparmi, giusto; sembra tutto abbastanza sano. Anche se l’economia rallenterà quest’anno perché la corsa allo zucchero dello stimolo fiscale sta per svanire. Ma la nostra ipotesi migliore è che rallenta e non si ferma.

E vicino a casa, nel Regno Unito, sai che i mercati azionari del Regno Unito sono rimasti molto indietro negli ultimi anni. Dove lascia tutto questo il Regno Unito con Brexit? I prossimi passi verso i mercati? Dove possono andare da qui?

Bene, l’impasse della Brexit sarà molto, molto difficile da risolvere. In ultima analisi, si tratta di come il partito conservatore o il partito laburista possono presentare un ordine del giorno della Brexit su cui entrambi concordano, o se devono esserci elezioni generali per passare a un risultato. Penso che nessuno dei due sia imminente, il che probabilmente significa che questa continua estensione delle scadenze potrebbe spingere a continuare. Il problema per il Regno Unito è una volta che persiste l’incerto, si comincia a pensare che faccia più danni all’economia. Stiamo vedendo le aziende non investire, stanno impiegando, ma non stanno investendo. E quindi, penso che ciò manterrà un freno alla crescita. E anche a causa di questo rischio politico, penso che l’avversione internazionale alle risorse del Regno Unito rimarrà, anche se per il valore nominale le attività del Regno Unito sembrano estremamente convenienti.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi