Troppo imbarazzato per chiedere… Cos’è uno Stock Split?

Azioni gratuite! Sembra quasi troppo bello per essere vero – e forse lo è. Cos’è uno stock split, perché succede e come potrebbe influire sul vostro investimento?

****************

Uno “stock split”, o “frazionamento azionario”, è quando una società decide di aumentare il numero di azioni in circolazione dando ai suoi attuali investitori azioni extra per ogni azione esistente che già possiedono. Azioni extra!

Sembra fantastico! Ma ovviamente, gli azionisti non ottengono nulla in più. Ogni investitore detiene ancora la stessa percentuale della società come prima della scissione. È solo che è divisa in più azioni individuali.

Di conseguenza, il prezzo delle azioni della società scenderà per riflettere il maggior numero di azioni in circolazione. Per esempio, diciamo che una società aveva 10.000 azioni in emissione, al prezzo di 1 sterlina per azione. Si effettua un due per uno split, in modo che ogni investitore finisca con due azioni per ogni azione originariamente posseduta.

Il numero totale di azioni in circolazione è ora di 20.000, e il prezzo delle azioni scende a 50p. Pensate all’azienda come a una pizza. Non importa in quante fette si taglia la pizza – è sempre la stessa pizza. Non è diventata più grande, e se la tagli in 12 fette invece che a sei, non ti sentirai ancora più pieno dopo averla mangiato. Allo stesso modo, è possibile raddoppiare o triplicare il numero di azioni in emissione – la società stessa non è cambiata.

Almeno, questa è la teoria. Eppure, dopo un frazionamento azionario, il prezzo delle azioni sale spesso, come abbiamo visto di recente sia con Apple che con Tesla. Alcuni sostengono che questo è dovuto al fatto che il frazionamento del titolo lo rende più economico, e quindi apre le azioni a investitori più piccoli che prima non potevano permettersi di acquistarle. Questo sembra dubbio, soprattutto perché gli investitori di oggi possono ottenere l’esposizione alla maggior parte delle azioni attraverso vari metodi a basso costo.

Una spiegazione migliore è che le aziende tendono a fare i frazionamenti azionari quando stanno andando bene. Quindi il prezzo delle azioni sale perché l’azienda è già popolare, non come risultato diretto dello split stesso.

I frazionamenti azionari possono anche essere un segno che il mercato si sta surriscaldando. I frazionamenti azionari erano molto popolari durante la bolla delle dotcom alla fine degli anni ’90 – e sappiamo tutti come è andata a finire.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi