Xiaomi. Perché ha così successo? | Proactive Thinker

Xiaomi, un successo cinese alla portata di tutti, da poco anche in Italia. Ma come fanno ad avere questo successo? Proactive Thinker lo racconta bene.

Sono sempre stato un fan dei prodotti Apple. Da quando ho comprato il mio primo Macbook, mi sono innamorato dei prodotti Apple e da allora ho usato solo un MacBook e un iPhone. Siamo onesti, sembrano grandi, si sentono bene e sono così compatti che non puoi semplicemente ignorarli.

Ma nel 2015 volevo davvero provare qualcosa di nuovo. Sono stato rinchiuso in questo ecosistema già da tanti anni, e pensavo fosse giunto il momento di provare qualcosa di completamente nuovo, qualcosa che non mi era affatto familiare. Mentre stavo uscendo con alcuni amici, mi sono reso conto che uno di loro aveva un nuovo telefono. Il telefono sembrava abbastanza sconosciuto, infatti non riuscivo nemmeno a riconoscere il marchio e quando glielo chiesi, rispose che era Xiaomi. Ad essere onesti è stata la prima volta che ho sentito parlare di questo marchio, ho avuto difficoltà a pronunciare quel nome. Non riesco ancora a pronunciarlo correttamente: come lo chiami, Ciami, Shyawmi… Ad ogni modo, dopo aver giocato con il telefono per pochi minuti e poi aver scoperto il suo prezzo, sono rimasto stupito perché non pensavo che avrei potuto ottenere un telefono così bello a un prezzo così.

Il giorno dopo ho ordinato lo stesso telefono, che era il Note2, e ad essere sincero era troppo buono per centocinquanta dollari. Dopo averci giocato per un po ‘, la domanda che mi passava per la testa era: come mai questa azienda guadagna soldi quando vendono un telefono così grande a un prezzo così basso?! Dopo aver scavato nella società, sono rimasto scioccato perché la società è stata lanciata nel 2010 e hanno ottenuto un incredibile successo in così poco tempo. Nel 2014 erano il principale produttore di smartphone per numero di vendite in Cina, battendo tutti gli altri.

Voglio dire, con l’uscita di iPhone, alcuni dei grandi attori del settore sono quasi falliti perché semplicemente non potevano rimanere competitivi. Ricordate Nokia? sono passati letteralmente da Hero a Zero, e poi una società cinese si avvicina, e in 5 anni supera persino Apple in Cina, e diventa uno dei principali attori nel mercato globale. Diamo un’occhiata al modello di business di Xiaomi e scopriamo come hanno ottenuto un successo così incredibile in così poco tempo.

Di solito ci lamentiamo di come i prezzi dei telefoni salgono, ma di solito non capiamo i costi nascosti che i telefoni richiedono prima che raggiungano le nostre mani. Le aziende spendono miliardi solo per farti sapere che esistono o ti tengono al corrente del loro ultimo prodotto. Ma alla fine, noi consumatori dobbiamo pagare per questo. Tuttavia, Xiaomi ha trovato modi per vendere i suoi prodotti a prezzi incredibili. Invece di avere un budget di marketing da molti miliardi di dollari, la società fa pochissima pubblicità e fa affidamento sui social media. Per ridurre ulteriormente i costi, non spendono una fortuna aprendo negozi in tutto il mondo e assumendo migliaia di persone, e vendono i loro prodotti online direttamente ai clienti. Eliminando l’intermediario, la compagnia può abbassare ulteriormente i prezzi. E implementando una strategia di produzione just in time, l’azienda non ha bisogno di manutenzione o di un enorme inventario.

La logica era semplice, costruire grandi telefoni a prezzi estremamente convenienti che avrebbero semplicemente attirato tutti. E indovina un po’, ha funzionato, e ha reso Xiaomi uno dei principali attori nel settore degli smartphone in pochi anni. Ma questa è solo una parte della storia, perché l’altra parte è che Xiaomi vende i loro smartphone quasi a costo di produzione e spesso non guadagna nulla.

Non significa niente; Xiaomi è una società così nobile che non interessa il profitto sul, ma usa piuttosto un modello di business completamente diverso. Invece di realizzare un profitto quando vendono il prodotto, preferiscono realizzare un profitto quando si utilizza il prodotto vendendo servizi, annunci e così via. Quindi gli smartphone sono come una trappola per farti entrare nell’ecosistema di Xiaomi. Perché, oltre a vendere i suoi servizi, Xiaomi vende tutto. In effetti, se non si ha familiarità con la strategia aziendale, sembra che stiano vendendo qualsiasi cosa gli venga in mente, dagli scooter elettrici ai bollitori per il riso. Non sarei sorpreso se un giorno iniziassero a vendere auto o jet Xiaomi.

Potrebbe sembrare un modello di business completamente nuovo, ma non lo è, perché aziende come Google hanno avuto il modello di business esattamente uguale sin dal loro inizio. Google non ti addebita alcun costo quando utilizzi Gmail, Google Maps, Google Drive, ma ti vendono costantemente annunci e altri servizi, come lo spazio di archiviazione su Google Drive. Certamente i loro dati di vendita sono stati in calo negli ultimi anni, ma non sono gli unici perché l’intero mercato degli smartphone si sta deteriorando. Ma la loro rapida crescita ha dato loro una consapevolezza globale.

Costruire un marchio del genere non è facile; immagina il numero di abilità che hai bisogno di padroneggiare. Ma ogni azienda inizia con un’idea; la cosa più importante dovrebbe essere in grado di presentare quell’idea in modo tale da ispirare gli altri ad agire.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi