Il 99,99% delle specie si estinguono. Qual è il futuro dell’umanità? | Big Think

Madre natura e le leggi della fisica hanno un mandato di morte per l’umanità ed il suo futuro, afferma Michio Kaku. Possiamo scappare da questo destino?

Il grande scrittore di fantascienza Isaac Asimov ha posto una terrificante domanda sul radar dell’umanità: dove saremo tra 50.000 anni? L’umanità sta per esaurire le leggi conosciute della fisica; è l’ignoto – la teoria unificata di tutto – che potrebbe dominare il nostro destino nei prossimi millenni. E quel destino è quasi certamente legato ai viaggi nello spazio. Perché? “L’estinzione è la norma”, afferma Michio Kaku, il 99,99% di tutte le specie sulla Terra alla fine si estingue. “Madre Natura e le leggi della fisica hanno un mandato di morte per l’umanità”, afferma Kaku. “In definitiva, il nostro destino sarà nello spazio.”

Il Dr. Michio Kaku è il co-fondatore della teoria dei campi a stringa, ed è uno degli scienziati più ampiamente riconosciuti al mondo oggi. Ha scritto 4 best seller del New York Times, è il corrispondente scientifico di CBS This Morning e ha ospitato numerosi speciali scientifici per BBC-TV, Discovery/Science Channel. Il suo programma radiofonico trasmette a 100 stazioni radio ogni settimana. Il dott. Kaku ha conseguito la cattedra Henry Semat e la cattedra di fisica teorica presso il City College di New York (CUNY), dove ha insegnato per oltre 25 anni. È stato anche professore ospite presso l’Institute for Advanced Study di Princeton e presso la New York University (NYU). Il suo ultimo libro è “The Future of Humanity: Terraforming Mars, Interstellar Travel, Immortality e Our Our Beyond Earth“.

Quando ero bambino, anch’io, ho letto la serie della Fondazione di Isaac Asimov, e questo mi ha costretto ad affrontare la domanda: dove saremo tra 50.000 anni?

Ora, ricorda, la fantascienza, quando ero un bambino, era solo film di cowboy nello spazio. Questo è tutto. Tuttavia, Isaac Asimov ci ha costretto a fare i conti con il fatto che presto esauriremo le note leggi della fisica. Abbiamo un’ottima conoscenza delle forze elettromagnetiche, forti, deboli, la gravità, ma al di là di ciò si trova la teoria dei campi unificata; la teoria che ha eluso Einstein negli ultimi 30 anni della sua vita, la teoria su cui lavoro professionalmente – questo è il mio lavoro quotidiano; Lavoro su qualcosa chiamato teoria delle stringhe, che riteniamo sia la teoria di tutto, e questa teoria potrebbe dominare il nostro destino nei prossimi millenni. Ora, questo significa, ovviamente, astronavi. Già, la NASA ha qualcosa di chiamato il programma Starship 100 Year, molto ambizioso; tuttavia, molto è ancora teorico. Non sappiamo con certezza cosa sarebbe necessario per andare verso le stelle. Stephen Hawking, il mio collega, il compianto Stephen Hawking, ha parlato di sparare chip per computer, minuscoli chip per computer potenziati dai raggi laser al 20% della velocità della luce, in grado di raggiungere Alpha Centauri in 20 anni. Ma poi, ovviamente, vogliamo andare oltre. Un giorno avremo razzi a fusione, razzi antimateria, razzi che possono portarci alle stelle vicine, non solo chip di computer, ma persone. E poi, oltre a ciò, chi lo sa? Forse il nostro destino sta davvero nello spazio.

Ricorda che, sulla terra, il 99,9% di tutte le specie alla fine si estingue. L’estinzione è la norma. Pensiamo a Madre Natura come calda e coccolosa, e per lo più lo è. Ma a volte viene rivelata la ferocia di Madre Natura. E se non mi credi, scava sotto i tuoi piedi. Proprio sotto i tuoi piedi, proprio ora, ci sono le ossa, le ossa di tutti i diversi organismi, dei fossili, il 99,9% condannato dalle leggi della natura. E le leggi della fisica condannano anche l’intero pianeta Terra. Ed è per questo che dico, dato che Madre Natura e le leggi della fisica hanno un mandato di morte per l’umanità, che alla fine il nostro destino sarà nello spazio.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi