Perché gli ETF sostenibili sono in aumento | FT

Gli exchange traded fund focalizzati sull’ESG stanno conquistando quote di mercato, dice Emma Boyde, redattrice delle notizie sugli ETF del FT. Ma perché gli investitori si stanno spostando verso gli ETF sostenibili e quali sono le insidie?

******************

Il primo trimestre del 2021 sarà probabilmente ricordato soprattutto per la ribellione di Reddit, quando migliaia di piccoli investitori al dettaglio statunitensi si sono ammassati in una società di videogiochi in fallimento chiamata GameStop. Tuttavia, potrebbe anche passare nei libri di storia oltreoceano, in Europa, come il trimestre in cui gli afflussi negli exchange traded fund sostenibili, altrimenti noti come fondi ESG, hanno superato tutti gli altri ETF per la prima volta.

Gli analisti pensano che la forza trainante di entrambi i fenomeni sia un’ondata di opinione pubblica contro l’establishment, che è visto come uno sfruttatore dei diseredati, e che ha lasciato una scia di devastazione ambientale nella sua scia. I fornitori di ETF hanno visto un’opportunità di vendere prodotti che potrebbero placare questi sentimenti di indignazione. E i regolatori hanno introdotto politiche che hanno aiutato. Il risultato è stato un salto nel numero di ETF ESG e nelle attività in gestione, che sono aumentate da circa 45 miliardi di dollari due anni fa a più di 260 miliardi di dollari oggi.

Ma perché gli investitori scelgono gli ETF piuttosto che altri tipi di fondi, o anche singole azioni, per investire secondo i loro principi ESG? E stanno davvero facendo tanto bene quanto pensano? Alcuni dicono che gli ETF sono la cosa peggiore che un investitore possa scegliere. Se vogliono avere risultati positivi, cioè. Questo perché la stragrande maggioranza degli ETF sono i cosiddetti prodotti passivi che seguono un indice di azioni o altri titoli.

Quell’indice è un po’ come una lista della spesa molto rigida. In pratica, quando riempi il tuo carrello della spesa, devi sempre prendere tutto quello che c’è sulla lista, e non puoi tralasciare nulla. E anche se vendi azioni dell’ETF, devi comunque avere tutti gli elementi della lista della spesa. E ciò significa che non ci si può sbarazzare di una società perché si scopre improvvisamente che si rifornisce di tutte le sue merci nei campi di lavoro dello Xinjiang, per esempio.

I fornitori di ETF dicono che si impegnano o, in altre parole, parlano con le aziende che sono negli indici in cui investono e possono persuaderle a cambiare le loro pratiche commerciali se sono preoccupanti. Ma questo non è neanche lontanamente vicino al potere che ha un gestore di fondi attivo, perché un gestore di fondi attivo può semplicemente disinvestire o vendere qualsiasi azienda che traspare essere impegnata in pratiche commerciali inadeguate.

Nonostante i loro svantaggi, gli ETF ESG stanno conquistando quote di mercato. Il più grande lancio di ETF di BlackRock, che ha debuttato con 1,25 miliardi di dollari all’inizio di quest’anno, mira a identificare le aziende che beneficerebbero della transizione verso un mondo a basse emissioni di carbonio. Più piccoli, ma altrettanto convincenti per gli investitori che desiderano trovare modi di fare del bene investendo, sono questi cosiddetti ETF tematici che permettono esposizioni di nicchia a qualsiasi cosa, dall’energia pulita, all’empowerment delle minoranze, o anche al veganismo. Gli ETF ESG, insomma, sono stati confezionati per permetterci di investire secondo i nostri principi.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi