Oro. Come viene raffinato quello puro? | Business Insider

Baird & Co. è l’unica raffineria di oro nel Regno Unito. L’azienda ne raffina oltre 10 tonnellate all’anno. Il più piccolo lingotto prodotto da Baird & Co. è una barra da 1 grammo, che vale circa $ 41. Il più costoso è una barra da 5 chilogrammi del valore di circa 212.350 $. La Baird produce oro puro al 99.99%, e realizza barre di diverso tipo, e monete.

Chi compra oro?

Tante persone, di tipologie diverse. I clienti vanno dai nonni che vogliono una piccola moneta per il 18° od il 21° compleanno del nipote, al family office che gestisce 300 milioni di sterline, e decide di investire il 2% dei loro asset in oro fisico.

Il processo di raffinazione

L’oro proviene da due fonti diverse. La primaria sono miniere d’oro, che forniscono un prodotto già puro al 90%; la secondaria sono gioielli dai negozianti, ma qui la purezza è solo del 37%. L’oro è poi lavato con sostanze chimiche fino a raggiungere una purezza del 99%. Più bassa la concentrazione di oro nella fonte originaria, più bagni chimici esso richiede.

Il primo agente chimico porta via i metalli di base; il secondo agente chimico lava via l’argento. Quel che rimane è solo oro. La gioielleria danneggiata è fusa, e ridotta in barre di base. Le temperature nei crogioli di fusione raggiungono i 1400° C; una dozzina di questi lingotti di base sono fusi insieme, e lavati con cloro. Ciò consente di ottenere oro puro al 90%. Per raggiungere la purezza, l’oro è nuovamente fuso, e raffinato ulteriormente in “fiocchi“.

A questo punto, viene lavato con un prodotto chimico detto “aqua regia“, cioè l’acido nitroclorico. Viene poi trasformato in liquidi, e quindi asciugato a formare una sorta di sabbia, che è la più pura forma di oro che si possa avere. Messa nel crogiolo, la sabbia si trasforma in granelli, che sono il prodotto finale della raffineria. A questo punto inizia la produzione del prodotto finale. I granelli vengono rifusi, e stampati secondo il tipo di prodotto che si voglia realizzare.

Un metodo è quello di realizzare strisce di metallo, e da queste realizzare il prodotto che serve, che sia una barra od una moneta. Un altro metodo è quello di mettere i granelli in una forma predefinita, farle rifondere ancora, ed ottenere vosì il tipo di barra che si vuole.

Attraverso tutto il processo, l’oro è controllato in laboratorio per verificare la presenza o meno di impurità.

Il prodotto più piccolo che viene realizzato, come detto, è la barra da un grammo, delle dimensioni della SIM card di un cellulare. Viene comprata come regalo, o come primo investimento nel metallo prezioso, per chi vuole iniziare con poco e chi vuole vedere come sia facile investire in oro.

La Baird realizza anche anelli d’oro, raffina argento,e processa platino, palladio e rodio.

Durante il processo di raffinazione, visto che ci sono molti passaggi, ci sono molti residui durante gli stampaggi di barre e monete. Cadendo al suolo, possono essere pestati. Quindi alla Baird hanno un sistema di filtri nell’aria e nell’acqua. A fine anno, tutti quei filtri vengono bruciati, e viene recuperato oro in una quantità che varia tra 3000 e 4000 sterline.

Altri post che potrebbero interessarti