Educazione finanziaria. Open Day al MEF: come educare i figli all’uso consapevole del denaro | Ita Edufin

Una mattinata dedicata all’ educazione finanziaria dei ragazzi, con una combinazione di attività parallele per gli adulti ed i figli: laboratori diversificati a seconda dell’età per i ragazzi, ed un workshop a tema per genitori e nonni. Ciascun laboratorio è stato condotto alternando momenti didattici ad attività pratiche, quiz e role play.

Ci sono stati laboratori-gioco per  bambini dai 4 ai 7 anni di età Si è realizzato un salvadanaio, un diario economico, dei disegni, e si è letto un libro di fiabe a tema.

C’è stata una lezione-gioco per i bambini della scuola elementare dalla classe terza alla quinta. Come circola il denaro in una comunità? A cosa servono le banche? Come si impara a guadagnare, spendere e mettere da parte per il futuro? Cosa è davvero indispensabile? Domande a cui si è risposto per imparare come diventare cittadini economici, consapevoli ed informati. Sono seguite riflessioni sulla differenza tra spese ordinarie, straordinarie, necessarie e superflue, sul consumo e sull’importanza del risparmio.

Un approfondimento su moneta elettronica e denaro del futuro ha riguardato i ragazzi delle scuole medie, di tutte le classi. La lezione ha preso il via con due adolescenti che hanno fatto un’intervista doppia, in cui hanno espresso la loro opinione rispetto alla gestione del denaro. Sono stati poi illustrati i principali fattori che costituiscono ed accrescono il capitale umano e, successivamente, si è affrontato il tema del ciclo economico della famiglia, della gestione della paghetta e dell’equilibrio tra entrate ed uscite. Sono stati infine proposti due problem solving sulla pianificazione economica personale e familiare, ed un approfondimento sul tema della moneta elettronica e sulle nuove forme di pagamento.

Gli adulti sono stati coinvolti in un workshop su come educare i bambini all’uso responsabile del denaro, mostrando la pianificazione economica e le scelte di investimento per il futuro dei figli.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi