Denaro. Come funziona la sua creazione? | EconClips

Creazione di denaro: come funziona? Questo aumentare l’offerta di moneta – l’inflazione monetaria – fa bene all’economia e alle persone?

La creazione di denaro: descritta da molti come la più grande truffa nella storia dell’umanità; per altri è una benedizione e una forza trainante dell’economia. Per John Maynard Keynes è stato un processo che “coinvolge tutte le forze nascoste della legge economica dalla parte della distruzione, e lo fa in un modo che nessun uomo su un milione è in grado di diagnosticare”. Speriamo che dopo aver visto questo video ci sarà almeno un uomo su un milione. Diamo un’occhiata al caso della creazione del dollaro USA, in quanto è la valuta di riserva globale.

Molte persone non si rendono conto che qualsiasi dollaro speso dal governo, prima o poi, in un modo o nell’altro, sarà preso dalle tasche dei contribuenti. Il governo può finanziare nuove spese in diversi modi. Aumentare le tasse è un modo per farlo, sebbene questo metodo sia impopolare. Un’altra opzione è tagliare la spesa in alcuni settori; ma questo può provocare insoddisfazione o anche disordini sociali per i gruppi tagliati fuori dal rubinetto del denaro. Tuttavia, c’è un’altra opzione. Il governo potrebbe aumentare il deficit di bilancio, e quindi finanziare le spese correnti al costo di aumentare il debito.

Il Tesoro americano può emettere titoli come i titoli di stato. In poche parole, un bond è una promessa di rimborsare una certa somma di denaro con interessi dopo una certa data. Costituisce un obbligo di debito. I titoli di stato sono venduti alle istituzioni finanziarie all’asta. Di per sé, l’emissione di obbligazioni non porta necessariamente alla creazione di denaro. Le obbligazioni possono essere acquistate da un privato con denaro precedentemente risparmiato. Tuttavia, alcune obbligazioni vengono acquistate tramite operazioni di mercato aperto dalla Federal Reserve, che è la banca centrale degli Stati Uniti. Il processo è il seguente: la Fed acquista obbligazioni da una banca commerciale emettendo un assegno a proprio nome. Non ci sono risparmi nel conto della Fed. La Fed riporta obbligazioni sul lato delle attività dell’equazione contabile, e sul lato delle passività la Fed riporta nuovi soldi pari al valore del controllo. Quando l’assegno viene ricevuto da una banca che vende le obbligazioni, l’assegno diventa semplicemente nuovo denaro in circolazione.

Complicato? Bene, proviamo a semplificare la nostra storia. Saltiamo l’intermediario, le istituzioni finanziarie. Il governo emette obbligazioni e poi le vende alla banca centrale, che le compra con denaro appena creato o, in altre parole, con il controllo del debito pubblico. Quello che ora chiamiamo denaro, o più precisamente base monetaria, è creato dal fatto che le due istituzioni hanno scambiato documenti cartacei o digitali. Ogni bene acquistato dalla Fed aumenta la base monetaria.

I titoli di stato sono fruttiferi, quindi è necessario pagare gli interessi su ciascuna obbligazione emessa. Questo è chiamato servizio del debito. Per pagare un legame esistente, il governo di solito emette alcune nuove obbligazioni. Questo non sembra affatto ragionevole, vero? Immagina se prendessi in prestito dei soldi e li spendessi tutti in una volta. Supponiamo ora di aver preso un altro prestito per pagare il debito precedente, anche se continuavi a pagare interessi. Questo è chiamato “ribaltamento” del debito. Sebbene il valore nominale del prestito non venga mai rimborsato, l’interesse periodico lo è. Questa procedura è elencata tra le altre voci di bilancio come il costo del servizio del debito. Questi costi sono sostenuti indipendentemente dal fatto che il denaro sia stato creato o meno. Quando i cittadini acquistano obbligazioni dal governo per i loro risparmi, l’interesse sul debito è ancora pagato. Allo stesso tempo la Fed offre guadagni di interesse al governo. Quindi è più economico per lo stato prendere in prestito attraverso la monetizzazione del debito, piuttosto che semplicemente vendere obbligazioni. È importante capire che in questo modo il debito diventa un peso per tutti e per gli anni a venire, indipendentemente dal fatto che il debito sia stato o meno investito dalla creazione di denaro. Il debito equivale a prendere in prestito dalla nostra futura prosperità. La creazione di denaro esaspera ulteriormente il problema, riducendo il potere d’acquisto dei detentori di moneta e consentendo un debito maggiore di quello che sarebbe altrimenti possibile.

Tuttavia, la base monetaria è solo una misura ristretta del denaro; vediamo cosa succede dopo. Il governo spende ancora denaro in cose come l’esercito, le pensioni, i programmi sociali e molte altre cose. Quindi, il denaro viene alla fine ricevuto dal pubblico in un modo o nell’altro. Questo denaro viene quindi depositato dal pubblico nelle banche commerciali. In un processo di prestito al pubblico, le banche commerciali possono a loro volta creare ancora più denaro in base ai nuovi fondi depositati. Circa il 95% della valuta statunitense viene creata proprio in questo modo, piuttosto che essere emessa direttamente dal governo. Probabilmente conoscete già gli effetti della creazione di denaro. Ogni nuovo dollaro riduce il potere d’acquisto di ogni dollaro esistente. Questo è il motivo per cui l’inflazione viene a volte indicata come una tassa nascosta. Non molte persone capiscono questo fenomeno. Molti di noi pensano che ogni anno possiamo comprare sempre meno per la stessa quantità di denaro. Ma è più facile per alcuni dare la colpa all’avidità degli imprenditori che aumentano i prezzi.

Per riassumere: ogni dollaro appena creato fa diminuire il potere d’acquisto di tutti gli altri dollari. Come risultato di questo processo, l’inflazione del dollaro viene anche esportata all’estero a causa della sua posizione globale come valuta di riserva e unità di conto.

Potreste aver notato che durante l’intero processo il denaro appena creato è basato sul debito. Quando la Fed aumenta la base monetaria, aumenta anche il debito pubblico. E la concessione di un prestito da parte di una qualsiasi delle banche commerciali richiede un atto di creazione di media fiduciaria. Il denaro così creato cessa di esistere una volta che il debito è stato ripagato. Senza ulteriori prestiti, il rimborso del debito avrebbe comportato una forte deflazione monetaria. Il professore di economia Robert Murphy disse una volta: “se le persone nel settore privato pagassero tutti i loro debiti, e il governo federale ripagasse tutti i suoi obbligazionisti, allora la fornitura di dollari USA sarebbe praticamente estinta”. Nonostante questo il denaro non è lo stesso del debito. Le obbligazioni e i prestiti lo sono. Percepire i soldi come debito è un equivoco piuttosto popolare.

La politica inflazionistica non solo riduce il potere d’acquisto del denaro, ma porta anche a gruppi di investimenti inadeguati. Per questo motivo, molti economisti (quelli di scuola austriaca) si oppongono a questo tipo di politica monetaria, e considerano persino l’esistenza stessa delle banche centrali come dannosa per la società e l’economia.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi