Come fanno i governi a fare soldi? | CNBC

La pandemia sta rendendo i governi poveri di denaro mentre affrontano il più grande shock economico dagli anni ’30. Silvia Amaro della CNBC guarda da dove i governi prendono i loro soldi, e perché presto si potrebbero pagare più tasse.

****************

Questi sono tempi difficili. I governi stanno cercando di tenere in vita le loro economie iniettando miliardi di dollari su tutta la linea. Tuttavia, stanno cercando di farlo mentre ricevono meno denaro, un compito molto difficile, specialmente per le nazioni in cui il debito pubblico era già alto prima della pandemia. Quindi, come fanno i governi a fare soldi?

Per la maggior parte dei governi, la principale fonte di entrate sono le tasse. Qui nel Regno Unito, la maggior parte proviene dalle tasse sui guadagni delle persone, note come Income Tax e National Insurance Contributions. Se hai un lavoro nel Regno Unito, queste vengono prelevate dalla tua busta paga ancora prima che arrivi sul tuo conto bancario, mentre negli Stati Uniti i lavoratori dipendenti devono spesso pagare una tassa retroattiva basata sui loro guadagni dell’anno precedente.

Ci sono anche un sacco di tasse indirette riscosse quando si vendono beni e servizi. Quando si compra un caffè, una barretta di cioccolato o un’automobile, beh, anche questi vengono tassati. Queste tasse sul consumo, come l’IVA del Regno Unito o la Goods and Services Tax dell’India, sono un’altra importante fonte di entrate. Infatti, le tasse sul reddito e sul consumo ammontano a circa due terzi delle entrate fiscali nel Regno Unito.

Sono anche usate come un modo per i governi di influenzare il comportamento delle persone. Per esempio, il Regno Unito ha introdotto una “tassa sullo zucchero” volta ad affrontare l’obesità infantile nel 2018. Questo significa che i consumatori sono scoraggiati dall’acquistare bevande analcoliche zuccherate perché queste diventano più costose rispetto alle alternative più sane.

Oltre ad essere imposte su altri prodotti malsani, come l’alcol e il tabacco, le tasse possono anche essere utilizzate per scoraggiare attività dannose per l’ambiente, come la guida di veicoli a benzina o diesel.

La prossima fetta di reddito del governo proviene dalle tasse sulla proprietà, sia su quella propria che sugli spazi commerciali. Ci sono anche una serie di altre tasse più piccole, quando si vende o si eredita un immobile, che finiscono per aumentare le casse del governo.

È un quadro simile negli Stati Uniti. Circa la metà delle entrate federali proviene dalle imposte sul reddito individuale, mentre circa un terzo del totale proviene dalle imposte sui salari che finanziano i programmi di assicurazione sociale. Le aziende sono anche tassate sui loro profitti. Tuttavia, l’imposta sulle società negli Stati Uniti è diminuita in proporzione alle entrate del governo dagli anni ’50, riflettendo come gli Stati Uniti abbiano cercato di incoraggiare l’attività commerciale con aliquote più basse.

Mentre i modelli di tassazione sono per lo più simili nei paesi sviluppati, le nazioni a basso reddito sono più dipendenti dalle tasse sul commercio e sul consumo a causa della natura delle loro economie. Per esempio, i lavoratori agricoli raramente hanno redditi fissi o regolari, rendendo difficile calcolare le imposte sul reddito. Il sistema di riscossione delle tasse nelle economie a basso reddito tende anche ad essere meno efficiente, il che a sua volta rende più difficile generare entrate.

Anche per un paese ricco di petrolio come l’Arabia Saudita, che non ha imposte sul reddito, l’aumento della spesa nel 2020 lo ha costretto a triplicare l’imposta sui consumi al 15%.

Tradizionalmente, i governi hanno cercato di far corrispondere le loro spese con il denaro che ricevono da tutte queste fonti di reddito, noto anche come bilancio in pareggio. Tuttavia, essi possono fare un deficit e prendere in prestito denaro dai mercati finanziari per compensare l’ammanco. Ma questo è un delicato atto di bilanciamento perché i pagamenti degli interessi possono aumentare, aumentando di fatto la spesa.

Se i prestatori si preoccupano che il livello totale del debito vada fuori controllo e minacci la capacità di un governo di ripagarli, fanno pagare molto di più per questi prestiti.

Nella zona euro, per esempio, le obbligazioni dell’Italia offrono un rendimento più alto di quelle della Germania, anche se condividono la stessa valuta, perché i prestatori hanno più fiducia nella capacità della Germania di ripagare il suo debito.

Mentre le banche centrali possono semplicemente stampare più denaro in teoria, sia per ripagare questi prestiti direttamente, o per scambiare con valuta estera se hanno preso in prestito in dollari, aggiungere più denaro all’economia rischia di alimentare l’inflazione e ha devastato le economie in passato.

Anche se alcuni economisti hanno recentemente iniziato a mettere in dubbio che questa sia la conseguenza inevitabile di una maggiore spesa, specialmente per le grandi economie come gli Stati Uniti, ci vorrà molto per convincere i legislatori prima che si sentano sicuri di gestire enormi deficit per molto tempo. Tuttavia, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha detto che è favorevole a mettere da parte le preoccupazioni per il deficit del paese in modo che più soldi possano essere spesi ora per sostenere l’economia.

Questo ci porta al motivo per cui ora abbiamo maggiori probabilità di pagare ancora di più in tasse. I governi hanno dovuto aumentare le loro spese sulla scia della pandemia. L’emergenza sanitaria ha fermato molte attività economiche, e i governi di tutto il mondo hanno pagato le aziende per mantenere i lavoratori sui loro libri paga, aumentando i sussidi di disoccupazione e sostenendo i servizi sanitari. Hanno anche ritardato le fatture delle tasse per le imprese in modo che abbiano un po’ più di tempo per trovare il denaro.

Queste misure, anche se necessarie, stanno svuotando le casse di molti dipartimenti del tesoro in tutto il mondo. Dato quanto sono importanti i contributi dei cittadini per il loro reddito, ci si aspetta che i governi aumentino le tasse nei prossimi anni per risanare le loro finanze.

L’osservatore indipendente per le finanze pubbliche del Regno Unito ha detto che saranno necessari aumenti di tasse o tagli di spesa tra i 29 e i 63 miliardi di dollari solo per fermare l’aumento dei livelli di debito pubblico rispetto al PIL. Nei suoi ultimi piani per l’economia, il ministro delle finanze del Regno Unito ha già annunciato un aumento dell’imposta sulle società.

Ci vorrà molto tempo a questo paese, e al mondo intero, per riprendersi da questa straordinaria situazione economica. Questo è il motivo per cui sentiamo più leader discutere di nuove tasse, come sui profitti dei giganti digitali e sull’inquinamento.

Mentre non sappiamo quando le tasse aumenteranno, e di quanto, è probabile che questi prelievi saranno passati ai consumatori, il che significa che c’è una buona possibilità che pagheremo di più al governo prima che sia passato molto tempo.

 

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi