Le migliori 1000 banche mondiali | The Banker

Le principali tendenze nella classifica delle 1000 migliori banche mondiali del 2019 sono delineate dall’editor di The Banker, Brian Caplen.

La Cina ha le banche più grandi del mondo, ma quelle americane sono molto più efficienti, secondo l’ultima classifica di The Banker tra le prime 1000 banche mondiali. Ma se il presidente degli Stati Uniti Donald Trump riuscisse ad aprire i mercati cinesi, la situazione potrebbe invertire la situazione, afferma il caporedattore di The Banker Brian Caplen.

I mercati liberi e aperti incoraggiano le banche a essere più efficienti. Un sistema più chiuso in Cina con un maggiore coinvolgimento statale è meno efficace nel promuovere l’efficienza “, afferma Caplen. “Quindi, se il presidente Trump riuscirà ad aprire il mercato cinese, migliorerà le istituzioni bancare del paese“.

Gli istituti cinesi occupano i primi quattro posti nella classifica, mentre quelle statunitensi si collocano dalla quinta all’ottava. Le banche cinesi sono le più grandi al mondo classificate in base al capitale di classe 1 e realizzano i profitti più elevati, ma quelle americane sono più efficienti del 40% nell’uso delle attività. Gli istituti americani hanno un rendimento più elevato in termini sia di attività sia di capitale rispetto a quelli cinesi.

A livello globale, le istituzioni bancarie hanno registrato il loro anno migliore di sempre, nonostante tutte le sfide poste da una regolamentazione più rigorosa, da requisiti patrimoniali più elevati, dalla concorrenza delle fintech e da bassi tassi d’interesse in Europa e negli Stati Uniti. Gli utili totali al lordo delle imposte per le prime 1000 banche mondiali sono stati di $ 1.135 miliardi, oltre 10 volte superiori rispetto al 2009, quando la crisi finanziaria ha colpito i risultati.

Le istituzioni bancarie nei paesi problematici dell’Europa – Italia, Grecia, Portogallo e Spagna – hanno apportato alcuni miglioramenti riducendo il numero di crediti in sofferenza, con quelle greche e portoghesi che riducono drasticamente le loro perdite e quelle spagnole che aumentano i loro profitti.

Le banche britanniche hanno sfidato l’oscurità della Brexit e aumentato i loro profitti di un terzo, ma stanno ancora inseguendo quelle francesi che hanno raccolto profitti più elevati e un maggiore ritorno sul capitale. L’unica banca britannica nella top 10, HSBC, è salita di un posto al nono posto nonostante un leggero calo del capitale.

In Asia, le istituzioni vietnamite hanno aumentato i loro profitti di un terzo, ma le banche indiane hanno visto scendere i loro profitti del 44% mentre la ristrutturazione del settore bancario è continuata.

Le banche giapponesi hanno avuto un anno difficile con profitti in calo del 30% e rendimenti molto bassi di attività e capitali. La più grande banca giapponese, Mitsubishi UFJ, è scesa da un posto al decimo posto in classifica.

Alcuni paesi sono stati colpiti dalle turbolenze economiche e da una valuta in calo, come l’Argentina, dove gli istituti bancarihanno ridotto i loro bilanci di un quinto e gli utili sono scesi del 10%, e la Turchia, dove le attività sono diminuite del 15% e gli utili del 22%. Le banche messicane hanno sfidato la sciabola di Trump che si agita su commercio e migrazione aumentando il loro capitale del 18% e i loro profitti del 16%.

Le banche americane possono offrire rendimenti migliori rispetto a quelle cinesi, ma entrambe impallidiscono rispetto alle banche dell’Asia centrale con un rendimento del capitale del 23% e alle banche africane con il 20%. I bassi livelli bancari nei mercati emergenti consentono alle banche di aumentare i propri profitti molto più rapidamente rispetto ai paesi più avanzati.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi