I fondi devono provare di essere un valore per gli investitori | Morningstar UK

Andy Pettit, direttore della ricerca sulle politiche di Morningstar, spiega le nuove regole che sono richieste ai fondi per determinare se stanno fornendo valore agli investitori.

Quindi, siete qui perché oggi è in arrivo un nuovo regolamento. E significa che i fondi devono riferire in modo diverso. Devono dimostrare di fornire un buon rapporto qualità-prezzo per gli investitori. Cosa sta succedendo?

Quindi, questo è l’ultimo di una serie di passi che il regolatore, la FCA, ha imposto all’industria. E si può risalire a uno studio di mercato che ha condotto da tre anni in merito alle preoccupazioni che i gestori patrimoniali non erano molto competitivi sul prezzo e che stavano realizzando profitti elevati. Quindi, come ho detto, una serie di passi. I precedenti hanno incluso di dare ai gestori la licenza di passare da una classe di azioni all’altra se è nel loro interesse, e fornire maggiori informazioni sui benchmark, sul perché li usano, e se non li usano, per spiegare agli investitori come sono in grado di confrontare le performance del loro fondo.

E allora, qual è la novità che sta accadendo oggi?

Quindi, due cose. In primo luogo, il consiglio di ogni società di fondi dovrà avere almeno un quarto dei membri del consiglio di amministrazione e almeno due amministratori indipendenti. Questo, per portare una prospettiva esterna e una prospettiva diversa nell’esaminare la loro gamma di fondi. E poi, in secondo luogo, il Consiglio avrà la responsabilità di assicurare che ogni anno venga effettuata una valutazione dettagliata del valore che ogni fondo ha fornito ai propri investitori e poi di presentarne una sintesi agli investitori.

E come si mostra il valore di un fondo d’investimento?

Dunque, penso che ci siano un paio di cose. Una è quello di guardare a ciò che il fondo si propone di fare, e quanto è stato di successo in termini di performance, costi, qualità del servizio. Inoltre, credo che uno degli aspetti più interessanti sia quello di spiegare le differenze tra le diverse classi di azioni. Quindi, come investitore, se sei nella classe di azioni ottimale per la tua situazione.

Ma c’è un fondo che pubblicherà un rapporto in cui si dice, mi spiace, non abbiamo fornito un buon valore?

Questa sarà la cosa interessante. Così, la FCA è stata molto non prescrittiva su come queste cose debbano essere segnalate. Ma credo che l’industria sia ben consapevole del fatto che saranno esaminati molto attentamente. E, in alcuni casi, è naturale. Non tutti i fondi saranno sempre eccezionali. Il loro stile di investimento potrebbe non essere quello giusto per quel particolare periodo. Quindi, sì. Quindi, penso che la FCA e gli investitori esamineranno attentamente ciò che viene detto loro e quanto sia chiaro.

E questo potrebbe esercitare una maggiore pressione al ribasso sulle commissioni?

Sicuramente. Penso che abbiamo già visto qualche cambiamento positivo. Così, cose come il Virgin Index Tracker, che storicamente è stato un fondo con carico molto alto, ha ridotto le sue commissioni all’inizio dell’anno. M&G ha introdotto una nuova struttura di tariffazione che in parte vede le commissioni diminuire man mano che le attività crescono. Quindi, entrambi passi positivi.

E quando vedremo la prima di queste relazioni?

Dunque… devono essere liquidati entro quattro mesi dalla fine dell’esercizio contabile di ciascun fondo. Quindi, verso la fine di gennaio è quando ci aspettiamo di vedere i primi.

Non vorrei essere il primo a riferire.

No, penso che ci sia il bene e il male. Perciò, con l’approccio non prescrittivo, si apre il campo per essere un po’ competitivi e per stabilire le migliori pratiche. Quindi, penso che guarderemo molto da vicino e aspetteremo con ansia le prime relazioni.

E altri cambiamenti in arrivo? O è questa la fine di tutto?

Queste sono le ultime di quella sequenza di cambiamenti. Sì.

Quindi, nel complesso, cosa significa questo per gli investitori?

Penso che una delle cose migliori sia che costringe i gestori di fondi a guardare la gamma dei loro fondi dagli occhi dei loro investitori, e poi a riferire come hanno fatto in quel contesto.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi