Flat tax. Da dove arriveranno i soldi? Parla il Prof. Francesco Daveri | Lavoce.info

Flat tax al 15 per cento e reddito di cittadinanza sono i cardini del fisco targato Lega-M5s. Ma non sono misure che si autofinanziano, neanche nelle loro versioni ridotte. Ci sono altri modi per migliorare gli incentivi indotti dal sistema fiscale.

Punti nodali

  • Flat tax in uso in alcuni paradisi fiscali, ed in molte nazioni dell’Est Europa;
  • Non sono Paesi molto confrontabili con l’Italia;
  • E’ introdotta in nazioni dove, sostanzialmente, il welfare non c’è o ce n’è molto poco;
  • E’ presente in nazioni ex socialiste reali o comuniste, con moltissima evasione fiscale;
  • Anche in Italia l’evasione, purtroppo, è molto presente;
  • In Russia c’è la flat tax, al 13%;
  • Funziona perché Putin ha minacciato, in maniera molto credibile, gli oligarchi di andare in galera;
  • Da noi sembra funzionare diversamente: da un lato si promette fiscalità base al 15%, molto favorevole per chi vuole aderire, dall’altro il governo, più volte, ha schiacciato l’occhio sia a piccoli che grandi evasori, e questo non va bene;
  • Solo di IRPEF il sommerso sarebbe (al 2017) di 119 miliardi;
  • Con l’IVA evasa si sale facilmente a più di 200 miliardi;
  • Bisogna trovare decine di miliardi per finanziare questa riduzione fiscale;
  • Non è una cosa facile; non si tratta di accorpare voci di spesa in spending review o di ridurre le spese di illuminazione pubblica nei piccoli comuni…
  • Trovare queste somme significa introdurre riforme sostanziali e durevoli nel tessuto sociale;
  • Riforme comporteranno cambiamento nel funzionamento dello stato sociale,nelle assunzioni del pubblico impiego, negli acquisti della pubblica amministrazione e nel sistema pensionistico;
  • Per quanto concerne l’autonomia delle tre regioni del nord, si tratta di una richiesta di “federalismo fiscale” a saldo zero, quindi assomiglia molto ad un “siamo più ricchi di voi, e vogliamo continuare ad esserlo ancora di più trattenendo una parte rilevante delle entrate fiscali”;
  • Questo ancora di più se si consente alle regioni del Nord di appropriarsi di prerogative che oggi sono dello stato nazionale;

Altri post che potrebbero interessarti