Banche centrali. Forum BCE a Sintra. Il discorso introduttivo di Mario Draghi | BCE

Mario Draghi, il Governatore della BCE, introduce il Forum in corso a Sintra, in Portogallo. Il tema sono le banche centrali ed i loro rapporti. Inoltre, come le banche centrali possano affrontare, e come stiano affrontando, l’attuale situazione economica.

Cosa sta succedendo

Per molti anni dopo la crisi finanziaria, le prestazioni economiche erano scarse nelle economie avanzate. Ora, il ripristino globale si sta consolidando e allargando. Un tema chiave che stanno fronteggiando i responsabili politici è assicurarsi che questa nascente crescita diventi sostenibile.

Un investimento dinamico che favorisca una maggiore crescita della produttività è cruciale per questo. E lo è, a sua volta, per l’eventuale normalizzazione della politica monetaria.

L’investimento e la crescita della produttività insieme possono sfruttare un circolo virtuoso. Possono farlo in modo che la forte crescita diventi sostenibile e autosufficiente e, in ultima analisi, non sia più dipendente da uno stimolo importante della politica monetaria.

Le discussioni che ci saranno nei prossimi due giorni – in particolare per comprendere i puzzle del rallentamento della crescita produttiva e dei persistenti bassi investimenti – sono pertanto molto rilevanti per il cammino dell’economia e della politica monetaria.

I problemi del domani per le banche centrali

Tuttavia, mentre si anticipano i problemi di domani, bisogna anche lavorare sulle questioni di oggi. Per le banche centrali, ciò significa affrontare una situazione insolita. Si vede una crescita superiore alla tendenza e ben distribuita in tutta l’area dell’euro; le dinamiche dell’inflazione rimangono però più mutevoli di quanto ci si aspetterebbe sulla base delle stime delle differenze di produzione e dei modelli storici.

Una diagnosi accurata di questa apparente contraddizione è fondamentale per fornire la risposta politica appropriata. E la diagnosi in generale è questa: la politica monetaria sta lavorando a costruire pressioni di reflazione. Questo processo è però rallentato da una combinazione di shock esterni di prezzo, più instabilità nel mercato del lavoro e da una relazione di cambiamento tra l’instabilità e l’inflazione. Anche il periodo passato di bassa inflazione sta perpetuando queste dinamiche.

Questi effetti sono tuttavia interamente temporanei e non dovrebbero causare l’inflazione a discostarsi dalla tendenza nel medio termine; questo a condizione che la politica monetaria continui a mantenere un ancoraggio solido delle aspettative di inflazione. Quindi, possiamo essere certi che la politica messa in campo sta funzionando, e che i suoi effetti pieni sull’inflazione gradualmente si materializzeranno. Ma, per fare questo, la politica delle banche centrali deve essere persistente; bisogna essere prudenti nel modo in cui vengono adeguati i suoi parametri per migliorare le condizioni economiche.

I tre messaggi sull’inflazione e la politica monetaria delle banche centrali

La valutazione delle prospettive dell’inflazione e della politica monetaria può essere riassunta in tre messaggi.

Il primo è la fiducia che la politica monetaria sia efficace e che il processo di trasmissione funzioni. Tutti i segni indicano ora un consolidamento e un ampliamento della ripresa nell’area dell’euro. Le forze deflazionistiche sono state sostituite da quelle reflazionistiche.

Mentre ci sono ancora fattori che stanno pesando sul cammino dell’inflazione, attualmente essi sono principalmente fattori temporanei che in genere le banche centrali possono affrontare. Tuttavia, è ancora necessario un considerevole grado di sistemazione monetaria perché le dinamiche dell’inflazione diventino durevoli e autosufficienti. Quindi, per essere certi sul ritorno dell’inflazione all’obiettivo che è stato prefisso, bisogna persistere nella politica monetaria attuale.

E, infine, c’è bisogno di prudenza. Mentre l’economia riprende, bisogna essere graduali quando si adeguano i parametri politici; bisogna farlo in modo da assicurare che lo stimolo accompagni il recupero tra le continue incertezze.

 

Ci fosse interessato, puà leggere il discorso integrale di draghi (in inglese) a questo link: Accompayning the economic recovery

Altri post che potrebbero interessarti