2017. Come potrebbe essere secondo Cassa Lombarda

2017. Come potrebbe essere secondo Cassa Lombarda

Parla Alberto Biolzi, responsabile direzione wealth management di Cassa Lombarda, che ci spiega come potrebbe essere il 2017, l’anno che sta per arrivare.

Il 2016 sta per finire. Stiamo per entrare nel 2017. Quale scenario sui mercati finanziari?

Scenario di confermata incertezza con riferimento a quelle che sono le prospettive del ciclo economico. Tendenziale miglioramento di quelli che sono gli indicatori di crescita economica in diverse aree del mondo. Questo miglioramento avviene dopo una fase estiva contrassegnata da un certo rallentamento. In realtà, gli ultimi dati, anche quelli cinesi, in qualche modo hanno tranquillizzato operatori ed investitori. L’effetto Trump di queste settimane è stato per i listini azionari abbastanza (sorprendentemente) positivo.

Quali sono le asset class preferite?

C’è un problema relativamente all’obbligazionario, perché siamo di fronte ad un evidente rialzo/normalizzazione dei rendimenti sulla parte lunga di curva. Questo ha tutta una serie di impatti anche sulle altre asset class. Quindi molta prudenza e cautela sull’obbligazionario. Sull’azionario c’è un certo ritorno di interesse ad avere portafogli più bilanciati sull’azionario stesso. Anche qui molta cautela. Si preferisce intervenire su fasi di volatilità. I ritorni attesi su tutte le asset class restano piuttosto modesti e contenuti.

Se verrà approvata la legge di bilancio, nel 2017 avreimo i PIR (piani individuali di risparmio). Sono un’opportunità per la clientela di private banking?

Assolutamente sì. Opportunità da cogliere. Chiaro che destinare le proprie risorse a gestori professionali è diventato e diventerà sempre più importanti. Questo perché i mercati sono molto difficili. Vanno cavalcati con grande prudenza. Volatilità tenuta a livelli sopra la norma proprio per affrontare scenari incerti che abbiamo di fronte. Certamente è qualcosa da valutare con molto interesse.

Piazza Affari è interessante? In che misura per un cliente facoltoso?

In questo momento preferiamo lavorare su azionario America ed Europa ex Italia. La ragione è che l’esito del referendum ha contribuito ad aumentare l’incertezza. Meglio attendere. La politica può essere molto importante, chiaramente, soprattutto per il settore finanziario. Questo settore, poi, impatta anche gli altri a causa dell’operatività sugli indici. In Italia ci sono sicuramente opportunità, ma è troppo presto per cavalcarle.

Altri post che potrebbero interessarti