Gli investitori devono scegliere i fondi ecologici con attenzione | Morningstar UK

In occasione della Giornata della Terra 2020, Hortense Bioy di Morningstar esamina come gli investitori possono dare un senso ai fondi sostenibili e perché potrebbero essere una buona aggiunta al vostro portafoglio.

***************

Black: Oggi è la Giornata della Terra, e gli investitori potrebbero pensare a come incorporare alcuni fondi sostenibili o ESG nel loro portafoglio. Ma penso che uno dei primi problemi nel farlo sia proprio la quantità di scelta che c’è, non è vero?

Bioy: Assolutamente sì. Voglio dire, quello che abbiamo visto negli ultimi due anni è che gli asset manager hanno lanciato una raffica di nuovi fondi sensibili al clima, e hanno anche modificato alcuni fondi esistenti per incorporare alcuni obiettivi di investimento sul clima – obiettivi di investimento come la riduzione dell’esposizione ai combustibili fossili o la riduzione dell’impronta di carbonio. Quindi, ora abbiamo questa vasta gamma di scelte per gli investitori. E, quando abbiamo iniziato questo progetto, ci siamo resi conto che in realtà avevano anche risultati diversi. Ma, per semplificare, credo, ci sono davvero due grandi tipi di fondi a favore del clima. Ci sono quelli che mirano a ridurre i rischi legati al carbonio. Quindi, questi sono, per esempio, quei fondi a basse emissioni di carbonio e quei fondi che escludono o riducono l’esposizione ai combustibili fossili. E il secondo tipo sono quei fondi che investono in soluzioni per il clima. Quindi, per esempio, l’energia pulita, la tecnologia pulita, ma anche le obbligazioni verdi e i fondi per le soluzioni climatiche. E questi mirano davvero a promuovere la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio o a trarre vantaggio da tale transizione.

Black: Penso che una delle preoccupazioni che molti investitori potrebbero avere in questo tipo di ambiente quando abbiamo un’area di investimento che diventa molto trendy all’improvviso è se i fondi stanno effettivamente mantenendo le loro promesse, e in questo caso, ci sono preoccupazioni sul greenwashing. Cosa ci trovate in proposito?

Bioy: Sì, hai ragione. Voglio dire, il greenwashing è certamente una preoccupazione sia per gli investitori che per le autorità di regolamentazione. Quindi, lo scopo del nostro rapporto era davvero quello di aiutare gli investitori a dare un senso allo spazio crescente dei fondi sensibili al clima, ma anche di testare le affermazioni. Così, abbiamo testato le affermazioni utilizzando una serie di metriche sul carbonio. Abbiamo quindi utilizzato, ad esempio, l’intensità del carbonio, l’esposizione ai combustibili fossili, l’esposizione alle soluzioni di carbonio, i rischi legati al carbonio. E quello che troviamo è che quasi tutti i fondi dei nostri studi hanno mantenuto le promesse. Quindi, ad esempio, i fondi a basse emissioni di carbonio offrono davvero un’esposizione ridotta all’intensità di carbonio. Penso che la maggior parte di essi offra tra il 20% e il 40% di riduzione dell’intensità di carbonio.

I fondi che hanno detto di investire in soluzioni per il clima tendono ad avere un punteggio elevato sulle soluzioni di carbonio. Quindi, i punteggi più alti sono ovviamente quelli relativi al clima – certamente, l’energia pulita, i fondi per le tecnologie pulite. Ma quello che abbiamo anche trovato sorprendente è che quelli che offrono davvero un’alta esposizione alle soluzioni climatiche tendono ad avere anche un alto rischio di emissioni di carbonio. Quindi, sono più vulnerabili alla transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio. E penso che questo sia dovuto al fatto che, oltre a investire in titolo puri sull’energia rinnovabile come First Solar o Vestas Wind Systems, investono anche in aziende che sono in cambiamento. Quindi, continuano a gestire aziende ad alta intensità di carbonio in servizi di pubblica utilità come Iberdrola, per esempio, ma forniscono anche un’esposizione alle soluzioni. Quindi, ancora una volta, i fondi che offrono soluzioni per il clima hanno anche una maggiore esposizione ai rischi legati al carbonio. Quindi, questo è qualcosa da tenere a mente.

Black: Allora, per gli investitori che si sentono un po’ sconcertati da tutta questa scelta e da tutti i diversi tipi di fondi attenti al clima, quali sarebbero un paio di consigli per loro?

Bioy: Quindi, penso che questi investitori debbano davvero considerare attentamente le preferenze ecologiche e la loro propensione al rischio. Perché, come abbiamo visto, non tutti i fondi attenti al clima sono creati allo stesso modo e forniscono – voglio dire, danno risultati diversi in termini di rischio di carbonio e di esposizione alle soluzioni di carbonio. Ora, hanno davvero bisogno di sentirsi a proprio agio con il tipo di società in cui finiscono per investire. Quindi, è molto importante guardare sotto il cofano, oltre che alle partecipazioni, e anche considerare dove questi fondi si inseriscono meglio nei portafogli. Perché ci sono fondi come i fondi a basse emissioni di carbonio e i fondi per i combustibili fossili che sarebbero – che sono molto adatti per l’allocazione del core, ma altri fondi che sono più concentrati in natura come l’energia pulita, le soluzioni tecnologiche pulite e le soluzioni climatiche, questi sono più adatti come holding satellite.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi