Esiste un rischio patrimoniale sui conti correnti? | Q Consulenze Finanziarie

Conviene tenere molti soldi sul c/c? Oltre al rischio patrimoniale occorre considerare il “costo” dell’inflazione, per cui è necessario pianificare al meglio le nostre risorse. I consigli di Massimo Guerrieri di Q Consulenze Finanziarie.

******************

Con Massimo Guerrieri oggi parliamo di patrimoniale. Si sente parlare sempre più spesso di una possibile patrimoniale come soluzione per fronteggiare i costi della crisi legata al coronavirus. Può essere una possibilità?

Sicuramente la memoria torna a quel lontano 10 luglio ’92, quando D’Amato annunciò appunto che avrebbe applicato una tassa dello 0,6% per cento sui saldi dei conti correnti. Noi pensiamo che sia una soluzione sicuramente per quest’anno remota, molto remota, quindi volevo tranquillizzare chi ci ascolta. E poi non dobbiamo dimenticare che già Monti, nel 2011, mise già una tassa patrimoniale che è tuttora presente. Mi riferisco alla tassazione dei bolli sui dossier titoli. Già noi oggi, tutti gli anni, paghiamo appunto, dal 2011, lo 0,20% per cento sugli investimenti presenti nel dossier titoli. Il prossimo anno staremo a vedere.

E’ possibile quantificare l’ammontare della liquidità sui conti correnti degli italiani?

Sì, noi oggi sui conti correnti abbiamo più o meno 1.500 miliardi. Cioè su 4mila miliardi di investimenti, 1.500 sono sui conti correnti.

Conviene comunque tenere tutti questi soldi sul conto corrente?

Noi lo sconsigliamo. Cioè, noi vediamo il conto corrente come parcheggio, perché non è di sicuro un’opportunità tenere i soldi sul conto. Tra l’altro abbiamo due grossi rischi. Il primo è proprio un’ulteriore tassazione. Mi riferisco all’ inflazione. L’inflazione reale è presente e, quindi, tenere i soldi fermi senza remunerazione equivale a una perdita. E poi anche le banche, ultimamente, hanno aumentato i costi dei conti correnti, proprio perché anche per loro è un costo la liquidità, che poi riversano sui clienti. Quindi assolutamente no, se non come parcheggio per un periodo limitato nel tempo.

Qual è l’attuale tassazione dei conti correnti e dei prodotti di investimento?

Sì, come dicevo, prima il conto corrente e i dossier titoli gravano di bolli. Mentre su un conto corrente il bollo è fisso, cioè i 34 euro e mezzo all’anno, quello che dobbiamo valutare è proprio sui dossier titoli, perché è una percentuale, lo 0,20% all’anno sugli importi totali, e questo ovviamente va ad aggiungersi ai costi bancari e quant’altro. Ed è per questo che urge avere degli investimenti che abbiano diano dei guadagni, e non delle perdite, non solo appunto per far fronte all’inflazione, ma anche ai costi, alle tasse che ci sono.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi