Un investimento che offre un equilibrio tra volatilità e rendimento | Livewire

“Quello che gli investitori hanno davvero cercato è il modo in cui possono ridurre la volatilità del mercato, e poi come possono ottenere un rendimento accettabile” Domanda lecita quella che si fa il protagonista di questa intervista, no?

Il crollo del mercato indotto dalla COVID del 2020 ha scosso sia gli investitori nuovi che quelli esperti, sottolineando le insidie di un’eccessiva allocazione agli asset di crescita. Per i proprietari di azioni ad alto rendimento, le montagne russe dell’anno scorso sono state aggravate dai tagli dei dividendi. Ed è per queste ragioni che le alternative come il debito privato stanno vivendo un picco di interesse, secondo Andrew Lockhart, partner di Metrics Credit Partners.

Mentre i dividendi per le banche sono stati sventrati o eliminati, le strategie di credito come i LIT di Metrics hanno continuato a pompare reddito mensile mentre i loro prezzi unitari si sono ripresi relativamente velocemente. E con l’economia australiana in corsa sopra i livelli pre-pandemici, Lockhart dice che le opportunità di prestare e fare un solido rendimento sopra il tasso di cassa sono buone.

In questa intervista, Lockhart espande i vantaggi dei prestiti privati come classe di attività e discute i driver delle attuali opportunità di prestito, e quali investimenti di debito supereranno le prestazioni in un ambiente inflazionistico.

Dove vede opportunità di prestito sul mercato in questo momento?

La domanda di credito è forte, le condizioni economiche sono floride. E abbiamo davvero iniziato a vederlo nei nostri fondi, in termini di società a cui forniamo finanziamenti, girare molto presto nel 2020. Quindi abbiamo ovviamente avuto una dislocazione di mercato abbastanza sostanziale per marzo, aprile e maggio dell’anno scorso. Ma poi abbiamo visto che le aziende che stavamo finanziando, la loro fiducia in termini di prestazioni future, era abbastanza forte. E così verso la fine del blocco di Victoria, quando abbiamo iniziato a vedere la fiducia che si rafforzava nelle aziende a cui concedevamo prestiti, abbiamo visto che superavano i loro budget piuttosto forti. Quindi la domanda di credito è forte, i tassi d’interesse sono bassi, e quindi stiamo vedendo un sacco di attività.

I due veri motori per noi in termini di domanda di credito provengono davvero da due fonti. Una è l’attività commerciale legata al settore immobiliare, un grande consumatore di capitale per noi. L’altra area di domanda di credito proviene dal finanziamento delle acquisizioni. Quindi sosteniamo e forniamo finanziamenti a una serie di società di private equity che sono attive. E così, se si vedono acquisizioni di società e queste società di private equity che vendono le loro società di portafoglio esistenti, molto di questo crea opportunità per noi di prestare a queste società.

Perché gli investitori cercano alternative in questo ambiente?

Penso che molti investitori siano alla ricerca di alternative. Hanno sperimentato la situazione in cui sono stati sottoposti a sostanziali attacchi di volatilità nei mercati pubblici, in particolare in quel periodo di dislocazione del mercato all’inizio del 2020. E credo che quello che gli investitori stanno davvero cercando è il modo in cui possono ridurre la volatilità del mercato, e poi come ottenere un rendimento accettabile. E penso che una delle cose che erano ovvie nel 2020 era la volatilità, non solo in termini di prezzi di mercato, ma anche in particolare se sei un investitore che ha investito in azioni per ricevere un reddito, i tagli ai dividendi sono stati anche abbastanza difficili.

E quindi penso che molti investitori abbiano esaminato i loro portafogli e si siano detti: “Ho molta esposizione azionaria, come posso diversificare al meglio le mie esposizioni o le mie attività?” Presentiamo un’alternativa interessante per gli investitori che cercano un capitale più stabile in termini di minor rischio di volatilità, ma anche un’opportunità di ricevere un reddito regolare. E così il reddito che paghiamo attraverso i nostri fondi è distribuito agli investitori su base mensile. Quindi questo è stato interessante. Stiamo vedendo molto interesse da parte degli investitori istituzionali, abbiamo un certo numero di grandi gruppi assicurativi, per esempio, che hanno investito nei nostri fondi, fondi di previdenza, stiamo anche vedendo una crescita della domanda da una serie di investitori offshore che cercano di accedere ai nostri fondi.

Qual è il vantaggio di investire nel debito rispetto alle azioni?

Penso che una delle cose interessanti sia che, mentre i mercati pubblici sono stati piuttosto volatili, quello che si è visto nella nostra classe di attività è una maggiore stabilità del capitale, proprio grazie alle protezioni che sono concesse a un investitore nel debito. Quindi, come prestatore, quello che voglio fare è assicurarmi di avere termini e condizioni appropriate e controlli imposti al mutuatario per garantire che il capitale del nostro investitore non sia a rischio di perdita. Quindi l’azionario indosserà la volatilità, l’azionario dovrebbe essere l’asset class in cui gli investitori investono per la crescita. Si investe nella parte di debito della struttura del capitale per ricevere un ritorno e assicurarsi di avere il beneficio delle protezioni associate alla sicurezza che si prende sulla società, i covenant, i controlli, sono progettati per essere mitigatori del rischio di perdita. E così molti investitori stanno dicendo, “questa è una classe di attività attraente per noi”. Se puoi ottenere un rendimento ragionevole e hai livelli più bassi di volatilità del tuo capitale, allora puoi vedere che diventa un’alternativa attraente, in particolare quando i tassi d’interesse e altre alternative non stanno fornendo il reddito che gli investitori richiedono.

Quali titoli di debito sono ben posizionati per l’aumento delle pressioni inflazionistiche?

Penso che alla fine, i tassi d’interesse sono bassi, abbiamo avuto tagli materiali, ci sono preoccupazioni che si accumulano nel mercato intorno ai futuri aumenti dell’inflazione. E quindi immagino che non si voglia essere in un prodotto d’investimento o in un prodotto di debito che abbia un’esposizione ai tassi fissi. E quindi, ovviamente, se siete coinvolti in una classe di attività come la nostra, se i tassi di interesse dovessero salire, l’inflazione dovesse aumentare, allora il rendimento totale che voi, come investitore, riceverete aumenterà man mano che i tassi di base fluiranno in termini di rendimenti totali più elevati per un investitore. Quindi, quelle che penso siano le caratteristiche importanti dell’investimento nel debito sono le esposizioni a breve termine, gli strumenti a tasso inflazionato sono particolarmente attraenti. A breve termine, perché riduce il rischio di credito, riduce la volatilità del mercato e il rischio di mercato che si assume. Inoltre ti dà anche, come prestatore, un’opportunità più frequente di generare commissioni da eventi di rifinanziamento. Sono queste le cose che cerchiamo di offrire ai nostri investitori.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi