Perché è importante investire per combattere l’inflazione | Io Investo

Attraverso i precedenti video abbiamo capito cos’è il credito, perché è importante per la nostra economia e perché è responsabile dell’inflazione. Se quindi il credito e l’inflazione sono due componenti molto importanti per la nostra economia dobbiamo capire come aggirarli per poterne trarre vantaggio in modo che i nostri soldi non perdano valore nel tempo.

Abbiamo detto che l’obiettivo inflazionistico delle Banche centrali si aggira attorno al 2%. Questo valore infatti riesce a sostenere la crescita economica di una normale nazione. Abbiamo però anche capito che questo si traduce in una svalutazione del nostro denaro pari al 2% annuo, in gergo si chiama perdita del potere d’acquisto. In poche parole i nostri soldi valgono ogni anno il 2% in meno. Per farla ancora più semplice e molto pratica è come se su 100 mila euro ogni anno venissero tolti 2 mila euro dal nostro conto. Il problema è che ad occhio non si vede, ma non per questo non esiste. Dobbiamo allora trovare un modo per riprenderci almeno quel 2% medio annuo.

Abbiamo capito che nella maggior parte dei casi i richiedenti di credito, soprattutto per cifre sostanziose, lo fanno a scopo di investimento. In particolare possiamo prendere come esempio le aziende. Queste infatti richiedono ogni giorno ingenti quantità di denaro da poter dedicare agli investimenti. Naturalmente se un’azienda investe del denaro vuol dire che lo avrà speso e probabilmente lo avrà dato ad un’altra azienda. Questo scambio di denaro fa crescere le aziende, fa incrementare i loro profitti ed il loro fatturato. Questa crescita aumenta anche le imposte ed aumenta infine la ricchezza di un paese. Se solo ci fosse un modo per poter entrare in questo meccanismo e trarre anche noi vantaggio da questa crescita economica. Per nostra fortuna il modo esiste e si chiama investimento nel mercato finanziario.

Ci sono vari mezzi che ci permettono di entrare all’interno del mercato finanziario dai più diretti ai meno diretti, dai più rischiosi ai meno rischiosi. La cosa più importante da capire, però, è che intercettare questa crescita e farne parte è essenziale se vogliamo preservare il nostro capitale. Ma vediamo allora alcuni esempi di strumenti che ci permettono di intercettare e far parte della crescita.

Forse il più famoso e magari anche il più temuto è il mercato azionario. Questo ci permette di diventare veri e propri soci di una o più aziende. Attraverso la compravendita di quote aziendali chiamate, appunto, azioni, se l’azienda sceglierà in modo consono dove investire i propri soldi e i propri guadagni questa crescerà, e con lei anche noi. Ci sono vari modi in realtà per far parte di una o più aziende. La compravendita diretta di azioni scegliendole individualmente è forse uno dei modi più rischiosi e dispendiosi, sia in termini di tempo che in termini di denaro. Esistono quindi per esempio dei fondi o etf che possono venirci in aiuto.

Un’altra strada che possiamo prendere per intercettare la crescita delle singole aziende sono le obbligazioni. Queste non ci permettono di essere soci dell’azienda ma è semplicemente un modo con cui le aziende raccolgono fondi da destinare ai propri investimenti. Se questi andranno bene e l’azienda non fallisce ci verranno ridati soldi precedentemente prestati con un interesse. Parlando sempre di obbligazioni, possiamo anche sfruttare la crescita di un paese per far crescere e proteggere il nostro capitale. Al contrario delle aziende, però, gli interessi delle obbligazioni emesse dei singoli paesi sono molto più bassi. Questo perché il rischio di fallimento è molto più basso e spesso l’interesse non copre nemmeno l’inflazione, e allora siamo punto a capo.

Infine ci sono anche i metalli preziosi. Grazie all’inflazione, infatti, questi nel tempo, sul lungo periodo, tendono ad aumentare il loro prezzo e mantenere il loro valore intrinseco. Questi però non garantiscono sempre una crescita pari a quella che si potrebbe avere con azioni ed obbligazioni. Singole azioni ed obbligazioni sono strumenti finanziari puri. Sono infatti emessi direttamente dalle aziende o dai singoli paesi.

Ci sono però altri strumenti, come fondi, che ci possono venire in aiuto soprattutto per aumentare la diversificazione e diminuire il rischio, massimizzando i rendimenti. Un esempio sono gli etf. Parleremo di questi strumenti finanziari nei prossimi video. Per ora mi piacerebbe trasmettervi l’importanza di far parte della crescita economica, e l’importanza di non lasciare i propri soldi fermi in banca ad essere mangiati dall’inflazione.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi