Futuro. Come può il veganismo cambiare il mondo? | The Economist

L’interesse per il cibo vegano ed i benefici per la salute ad esso associati si è diffuso in tutto il mondo ricco. Nel futuro crescerà, e sarà un’abitudine. Un ritiro globale dalla carne potrebbe avere un impatto ambientale di vasta portata.

Entro il 2050, la popolazione mondiale potrebbe avvicinarsi a 10 miliardi e circa il 60% in più di cibo potrebbe essere necessario per sfamare tutti. “Gli impatti ambientali del sistema alimentare sono scoraggianti. È responsabile di circa un quarto delle nostre emissioni di gas serra e utilizza circa il 70% di tutte le risorse di acqua dolce e occupa circa il 40% della superficie terrestre della Terra. Le emissioni di prodotti alimentari potrebbero aumentare fino al 50% entro il 2050 e colmare il budget totale delle emissioni di cui disponiamo al fine di evitare pericolosi livelli di cambiamento climatico “.

L’interesse per il cibo vegano è cresciuto in tutto il mondo ricco. Uno studio importante ha messo alla prova la dieta, analizzando uno scenario immaginario in cui il mondo diventa vegano entro il 2050. “Se tutti fossero diventati vegani entro il 2050, abbiamo stimato che le emissioni di gas serra legate all’alimentazione potrebbero essere ridotte di ¾”. Le mucche sono i maggiori contributori alle emissioni. Insetti nel loro sistema digestivo producono metano e la deforestazione per il loro pascolo rilascia anidride carbonica. Questi gas riscaldano il pianeta. Se le mucche fossero un paese, sarebbero il terzo più grande emettitore di gas serra.

“Sono un agricoltore della nona generazione in questa zona. Sono cresciuto in una fattoria con mucche e tori da ingrasso “. Jaap Korteweg proviene da una lunga serie di agricoltori nei Paesi Bassi. “Il mio obiettivo è essere il più grande macellaio del mondo. Lo facciamo per gli amanti della carne, ma se non ti piaccio non comprerai i nostri prodotti “. Ma ora è un macellaio con una differenza. “Sono il macellaio vegetariano. Siamo attaccati al gusto della carne, quindi l’unico modo per cambiarlo è sviluppare prodotti con la stessa esperienza senza un animale. Possiamo produrre carne di manzo grande come una porta d’ingresso con la giusta consistenza di carne vera. L’attrezzatura che usavamo nei nostri impianti per l’idraulica è la stessa di una fabbrica di carne. L’unica differenza è che non c’era sangue sul pavimento “.

Jaap ha fatto il passaggio alla carne a base di piante 11 anni fa. Ora spedisce in 17 paesi, con un fatturato annuo di 20 milioni di euro. “Gli ingredienti che usiamo sono diversi. Usiamo la soia, usiamo il looping, usiamo il grano, usiamo i piselli, guardiamo al prodotto a base di carne che vogliamo copiare e cerchiamo gli ingredienti giusti per ottenere la stessa esperienza “.

Gli animali d’allevamento sono affamati di terra; oltre l’80% delle terre coltivate del mondo viene utilizzato per la produzione animale, ma produce solo il 18% delle calorie del mondo. “Devi nutrire una mucca di circa 10 chilogrammi di cereali per farlo crescere di un chilogrammo. Per i maiali, sono circa sei chilogrammi e per i polli dai tre ai quattro chilogrammi. Quindi un sacco di cibo è sprecato come mangime per animali che poi mangeremo “.

Mangiando cibo per animali significa più terra per calorie di cibo è necessaria per produrre carne di broccoli. “Due terzi di tutta la terra agricola sono usati come pascoli, e tu salverei tutti quei pascoli se la gente diventasse vegana, che sarebbe la dimensione del continente africano che sarebbe liberato”. E una dieta vegana ben bilanciata, più varia con meno calorie, potrebbe salvare vite umane.

“Se il mondo diventasse vegano nel 2050, abbiamo stimato che la mortalità prematura, e anche tutte le cause di mortalità, potrebbero essere ridotte di circa il 20%”, il che potrebbe rendere più salutare anche l’economia globale. “Sappiamo quanti soldi vengono usati per trattare alcune malattie associate alla dieta. Cardiopatia coronarica o ictus, cancro e diabete. Arriviamo ad una stima di circa un trilione di dollari USA nel 2050 che potrebbero essere salvati. Sarebbe circa il tre percento di tutti i costi relativi all’assistenza sanitaria globale “.

Ma il consumo globale di carne è in crescita in tutto il mondo quasi del tre percento all’anno dal 1960. A nessuno piace il modo in cui trattiamo gli animali negli allevamenti. A nessuno piace la situazione che non fa bene alla salute, non fa bene all’ambiente, ma a noi tutti piace molto la carne “. Mentre la ditta di Jaap minaccia gli allevatori di carne, le aziende di carne e i macellai sono clienti e partner. “Le aziende di carne non possiedono gli agricoltori, quindi è facile passare da polli o suini a carne a base vegetale. Se i consumatori lo vogliono e il mercato lo vuole, sono felici di cambiare “.

Alternative a prezzi accessibili e accessibili potrebbero ancora vedere il mondo ricco colpire la carne di punta e scendere dall’altra parte. “Se guardiamo alle tendenze del passato, è improbabile presumere che il mondo sarebbe davvero vegano entro il 2050. Abbiamo scoperto che senza cambiamenti dietetici su larga scala verso diete più vegetali, avremmo una possibilità molto sottile di rimanere al di sotto di un pericoloso livelli di cambiamento climatico “. Ma anche il passaggio a una dieta a base di piante potrebbe aiutare. “Secondo le nostre stime, una dieta a base prevalentemente vegetale potrebbe portarci probabilmente a tre quarti del modo. I governi possono svolgere un ruolo cruciale. Impostando le giuste linee guida dietetiche, possono adottare politiche di approvvigionamento in cui è chiaro che gli alimenti standard che sono ordinati e quelli a base vegetale sono sani e sostenibili “.

Per il macellaio vegetariano, la carne a base di piante è solo il prossimo passo di una lunga storia di sviluppi nel mondo agricolo. “Cambia sempre in agricoltura. Cento anni fa c’erano milioni di cavalli da tiro da trasportare, da arare. Ora sono minacciati di estinzione perché non abbiamo più bisogno di cavalli da lavoro. In futuro useremo le macchine per produrre la nostra carne, e anche gli animali macellati saranno minacciati di estinzione e avremo spazio solo per i polli selvatici e selvatici, e spero che questo sia il futuro “.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi