Le banche centrali non possono fare miracoli e i legislatori devono ridurre l’incertezza, dicono i membri della BCE

Il governatore della banca centrale francese non ha escluso ulteriori stimoli per l’area dell’euro già a partire da questa estate, prima della nomina di Christine Lagarde come nuovo presidente della Banca centrale europea (BCE).

Il governatore della banca centrale francese ha detto a CNBC sabato che la politica monetaria non può compensare le tensioni commerciali e che i leader politici devono agire per respingere le attuali minacce economiche.

Parlando con Annette Weisbach della CNBC durante una conferenza economica ad Aix-en-Provence nel sud della Francia, François Villeroy de Galhau ha sottolineato che la principale minaccia alla crescita globale al momento è l’incertezza.

“E siamo chiari, incertezza creata dalle tensioni commerciali”, ha detto Villeroy de Galhau, che è anche membro del Consiglio direttivo presso la Banca centrale europea (BCE).

“Quindi la priorità è ridurre questa incertezza e qui faremo il nostro dovere di banchieri centrali, ma la politica monetaria non può fare tutto. La politica monetaria non ha bacchetta magica, non può fare miracoli. E tocca ai leader politici ridurre queste incertezze, a volte autoprodotte “, ha aggiunto.

Le due maggiori economie del mondo sono bloccate in una guerra commerciale che ha danneggiato la crescita globale e ha minacciato di diffondersi in altre regioni. Gli Stati Uniti hanno finora schiaffeggiato una tariffa del 25% su $ 250 miliardi di beni cinesi, e Pechino ha anche aumentato le tariffe su prodotti americani per miliardi di dollari. Questa settimana, il governo degli Stati Uniti ha anche aumentato le pressioni sull’Europa minacciando le tariffe di $ 4 miliardi di beni aggiuntivi dell’UE.

La BCE stava cercando di porre fine alla sua era di allentamento monetario alla fine del 2018, ma l’incertezza del commercio ha significato un’inversione di marcia per molte banche centrali in tutto il mondo. La banca centrale della zona euro ha ora fornito disposizioni di liquidità per le sue banche e ha aperto la strada a molti più stimoli, non escludendo un altro programma di allentamento quantitativo.

Villeroy de Galhau ha detto alla CNBC che la BCE adempierà al proprio mandato di stabilità dei prezzi, ma non può andare oltre questo mandato. Ha affermato che è fondamentale che anche i legislatori abbiano prodotto una politica economica coerente di fronte a queste misure protezionistiche.

“La politica monetaria non può essere l’unico gioco in città, o nel mondo sulla scena globale”, ha detto. Ha ripetuto che la BCE non aveva ancora deciso quali azioni avrebbe intrapreso per combattere la crescita malata e l’inflazione debole, chiedendo un approccio pragmatico.

“Molte cose sono possibili ma nulla è deciso oggi. Siamo pragmatici nei nostri prossimi incontri (BCE) “, ha affermato.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi