Auto. La prossima potrebbe essere elettrica… e cinese | Quartz

Quando si tratta di comprare e vendere auto elettriche, c’è la Cina e poi ci sono tutti gli altri. Quartz News si reca a Shenzhen, sede del secondo produttore mondiale di veicoli elettrici (dopo Tesla), per vedere come la spinta per gli EV potrebbe essere un modello per il futuro. BYD, che sta per Build Your Dream, è un’azienda automobilistica con sede a Shenzhen. La compagnia cinese CATL è diventata il fornitore ufficiale di batterie della BMW.

Il futuro delle auto elettriche è in Cina? Se si guardano solo i numeri di vendita, certamente sembra così. Nel 2018, furono vendute più auto elettriche in Cina che nel resto del mondo messe insieme.

La politica del governo, piuttosto che l’economia di mercato, ha creato il boom delle auto elettriche lì. Per quasi un decennio, il governo cinese ha investito denaro nell’industria EV, offrendo generosi incentivi fiscali e sussidi ai produttori di automobili e ai consumatori, costruendo infrastrutture di ricarica in tutto il paese e ponendo restrizioni alle vendite e all’uso di auto a benzina.

Di conseguenza, i veicoli elettrici sono diventati una grande parte della vita quotidiana dei cinesi in un modo che non è successo in paesi come gli Stati Uniti. E non c’è posto migliore per vederlo che a Shenzhen, una città nella parte sud del paese chiamata “la Silicon Valley cinese”. Shenzhen è l’unica città al mondo ad avere il 100% di autobus elettrici. È anche sede di BYD, il secondo produttore mondiale di EV nel 2018 dopo Tesla.

Nel 2018, Quartz viaggiò a Shenzhen per mostrare come la spinta del governo per le auto elettriche abbia portato cambiamenti diffusi nei trasporti pubblici e nel paesaggio della città. Per il governo cinese, lo sviluppo di veicoli elettrici non riguarda solo l’ambiente. Vede gli EV come un’opportunità per superare i concorrenti e diventare un importante costruttore di automobili. Qualunque sia la posizione migliore per competere nel mercato dei veicoli elettrici, ora potrebbe arrivare a dominare il mercato automobilistico globale in futuro. E la Cina spera che il suo nome sia in quella lista.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi