Auto. Quanto siamo vicini ad un mondo a guida autonoma? | Seeker

Le auto a guida autonoma potrebbero rivoluzionare il modo in cui viaggiamo, dandoci più tempo per lavorare, giocare, imparare e rilassarci sulla strada. Ma quando si tratta di renderle una realtà, la tecnologia all’avanguardia è solo la punta dell’iceberg. Quindi, quanto siamo vicini ad abbandonare la guida?

IMMAGINA UN MONDO DOVE SEI SVEGLIO, FAI LA TUA TAZZA DI CAFFÈ E SALTI NELLA TUA AUTO PER GUIDARE A LAVORARE … TRANNE CHE NON STAI FACENDO LA GUIDA. AVETE PIÙ TEMPO DI DORMIRE, LEGGERE UN LIBRO, O ANCHE OTTENERE UN FISICO MIGLIORE. QUESTO È UN MONDO CHE VOGLIAMO TUTTI VIVERE. E ANCHE SE NON SIAMO PIÙ IN GRADO, LE PERSONE DI TUTTO IL MONDO LAVORANO PER SVILUPPARE, TESTARE E PROGETTARE UN FUTURO CON VEICOLI AUTONOMI. PERCHÉ, CHI NON VUOLE SFRUTTARE ANCHE L’ULTIMA ORA DI SONNO? COSÌ, QUANTO SIAMO VICINI AD UN MONDO DI AUTO CHE SI GUIDINO DA SOLE?

POTRESTE VISUALIZZARE AUTOMOBILI AUTOGUIDANTI SULLE NOTIZIE, OSSERVARLE ATTRAVERSO INTERNET O VEDERLE TESTATE ANCHE INTORNO ALLA VOSTRA CITTA’,. MA LA MAGGIOR PARTE DI QUELLE AUTO ANCORA HA UN UOMO NELLA SEDE DEL CONDUCENTE. IL CHE SIGNIFICA CHE PROBABILMENTE è UN’AUTO DI LIVELLO 2 O 3, CHE è INFINITAMENTE PIÙ INDIPENDENTE DELL’AUTO CHE POTRESTI GUIDARE, CHE È PROBABILMENTE DI UN LIVELLO 0 O 1, MA È ANCORA UN GRAN SALTO DAL NOSTRO SOGNO DI AUTO A GUIDA AUTONOMA, CHE SAREBBE UN LIVELLO 5. OPPURE 4. FAMMI SPIEGARE.

SAE INTERNATIONAL HA DIVISO L’AUTONOMIA IN CINQUE STADI. LIVELLO UNO È “ASSISTENZA PILOTA” E IL LIVELLO 2 È “AUTOMAZIONE PARZIALE”, CHE PUOI GIÀ TROVARE IN AUTO CHE GUIDIAMO OGGI. QUI, LA MACCHINA PUO’ FARE ALCUNE STERZATE, FRENATURE ED ACCELERAZIONI, MA ANCORA HA BISOGNO DI UN DRIVER CON LE MANI SUL VOLANTE, PERCHÉ I LIVELLI 1 E 2 SONO ANCORA SOLO “SUPPORTO PER IL PILOTA”. Quindi mantenimento della corsia, avviso di collisione, anche interventi attivi che gestiranno il veicolo se stai per entrare in un incidente. IL LIVELLO TRE E’ “AUTOMAZIONE CONDIZIONATA”, CHE SIGNIFICA CHE L’AUTOMOBILE È ABBASTANZA parecchio IN CONTROLLO, MA RICHIEDE L’INTERVENTO UMANO IN EMERGENZA O QUANDO È STIMOLATO DAL SISTEMA. RICORDATE IL LIVELLO TRE, PERCHE ‘QUESTO E’ DOVE PUO’ DIVENTARE COMPLICATO. MA L’AUTO PERFETTA SAREBBE FUNZIONANTE A LIVELLO 4 O 5, DOVE PUOI GUIDARE, FRENARE, ACCELERARE, MONITORARE LA STRADA, RISPONDERE A EVENTI CASUALI, SCEGLIERE PER CAMBIARE LE LANE, GIRARE E PER IL CORSO … USARE IL SUO abbagliante COME QUALUNQUE CITTADINO DECENTE.

LA STRADA MAESTRA VERSO LA TECNOLOGIA AUTOGUIDANTE E ‘STATA TORTUOSA. IL DR. DEAN POMERLEAU L’HA NAVIGATA PER MOLTO TEMPO. POTREBBE CHIAMARSI IL NONNO, O ALMENO IL VECCHIO ZIO, DEI VEICOLI AUTONOMI. TORNIAMO NEL 1995; DEAN ED UN SUO STUDENTE GRADUATO HANNO FATTO UN PELLEGRINAGGIO ATTRAVERSO IL PAESE IN STILE “GUARDA MAMMA, NIENTE MANI”, DOPO CHE HANNO ATTREZZATO UN MINIVAN ELEGANTE CON TELECAMERE E ALGORITMI DELLA VISIONE DA PARTE DI UN COMPUTER.

Circa il 98,2% del viaggio, come ricordo, era a mani libere, a piedi, con il sistema che controllava il veicolo da solo. È stata una dimostrazione del concetto, in pratica, per alcune delle tecnologie che stiamo vedendo finalmente dispiegate oggi “.

Negli anni che seguirono, i team di ricerca si impegnarono a sviluppare ulteriormente quella tecnologia. NON E’ STATO FINO AL 2005, DOPO ALCUNI … GUASTI CATASTROFICI, CHE è PARTITA LA GRANDE SFIDA DI DARPA PER COSTRUIRE UN’AUTOMOBILE A GUIDA AUTONOMA, ALLA FINE ASSEGNATA IN PRIMO LUOGO AD UN TEAM DI  STANFORD, CONDOTTA DA THBASTIAN THRUN.

BALZO IN AVANTI AL 2009, QUANDO INIZIA UN PICCOLO PROGETTO CHIAMATO WAYMO. IN SEGRETO. NEL 2016, WAYMO SI STACCA DA GOOGLE, E IN POCHI ANNI BREVI, L’INDUSTRIA ESPLODE, CON LE AZIENDE TECNICHE E LE AZIENDE AUTOMOBILISTICHE DESIDEROSE COME LE STARTUP DI INIZIARE A RAGGIUNGERE L’AZIONE. Waymo è probabilmente il leader riconosciuto. GM ha acquistato Cruise Automation; Argo AI qui a Pittsburgh è uno dei principali giocatori; BMW, Mercedes, stanno lavorando tutti sui propri progetti per auto a guida autonoma. Resta da vedere se si tratta di un buon investimento o no.

PERCHE’ QUESTO INVESTIMENTO PAGHI, LA TECNOLOGIA PER IL PILOTA DEVE ESSERE RIFINITA AL PUNTO DOVE È AFFIDABILE E FLESSIBILE ABBASTANZA PER MANEGGIARE UN VIAGGIO COMPLESSO. CHE SIGNIFICA SENSORI SOFISTICATI, HARDWARE ROBUSTI PER COMPUTER E SOFTWARE DI DECISIONE INTELLIGENTE. PER INIZIARE, I VEICOLI AUTONOMI SI AFFIDANO A QUALCOSA DI CUI NON TUTTI I DRIVER UMANI SONO DOTATI: UN SENSO DI DIREZIONE. Le aziende che stanno costruendo queste auto a guida autonoma costruiscono le proprie mappe. Molto similmente a Google, hanno le auto con vista sulla strada che attraversano i quartieri e raccolgono dati cartografici, hanno un’altra flotta con molti sensori aggiuntivi per guidare attraverso una città e mapparla in modo molto dettagliato – ostacoli statici, come i pali del telefono o i cordoli intorno alla strada, di cui dovrebbero essere consapevole ed evitare. MA PER ESSERE DAVVERO ADATTATIVA, LA MACCHINA HA BISOGNO DI POTER RACCOGLIERE INFORMAZIONI IN TEMPO REALE SU UN AMBIENTE DINAMICO, IMPREVEDIBILE. ELON MUSK PENSA CHE POSSIAMO REALIZZARE QUESTO SOLO CON LE TELECAMERE. MA SE HAI MAI SCATTATO UN SELFIE NEL CLUB, SAI CHE LE TELECAMERE SONO PROBABILMENTE NON TROPPO ADATTE, PERCHÉ LORO LOTTANO ANCORA CON L’OSCURITA’, LA PROFONDITÀ ED IL RIFLESSO. Così le aziende automobilistiche stanno studiando diversi sensori, ad esempio i radar a onde millimetriche per il rilevamento a lungo raggio e sensori a corto raggio, spesso ad ultrasuoni, che vedono cose molto vicine al veicolo.

LiDAR è probabilmente la tecnologia più comune e più impressionante attualmente in uso. LiDAR è una tecnologia basata su laser che proietta un raggio laser nell’ambiente, lo analizza molto rapidamente e rileva la gamma di oggetti e altri veicoli. I LiDAR sono sia un ottimo sensore, ma anche un anello debole; sono molto costosi e si rompono abbastanza spesso. E QUESTO È STATO UN MAGGIOR OSTACOLO PER STRADE COMPLETAMENTE AUTONOME. LIDAR HA UN POTENZIALE ENORME, MA È TROPPO DELICATO AL MOMENTO, PERCHÉ È COMPOSTO DA PARTI FRAGILI MOBILI. MA QUALCOSA CHIAMATO “LIDAR A STATO SOLIDO”, CHE SCORRE L’AMBIENTE UTILIZZANDO NESSUNA PARTE IN MOVIMENTO, POTREBBE CAMBIARE TUTTO QUANTO. E QUESTI SENSORI, MENTRE SONO NELLA LORO INFANZIA, SONO IN TALE RICHIESTA CHE I PRODUTTORI LETTERALMENTE NON POSSONO PRODURLI VELOCEMENTE ABBASTANZA PER SODDISFARE LE RICHIESTE DI AZIENDE COME FORD E BAIDU. È molto più affidabile e anche molto più economico da produrre, il che è molto importante se hai intenzione di farlo su una scala DI migliaia di veicoli.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi