Amazon vs Google. La battaglia dei giganti tech | IG UK

Amazon e Google sono cresciuti da umili origini fino a diventare due dei più grandi rivali sul mercato tech. Scopriamo la storia della loro concorrenza e il suo impatto sui risultati finali di entrambe le società. Due giganti di Internet che sono stati bloccati in una feroce rivalità per anni sfidando l’un l’altro in tutto, dalla spesa agli altoparlanti intelligenti.

La storia

Innanzitutto abbiamo Amazon, fondato nel 1994 da Jeff Bezos. Ha iniziato semplicemente vendendo libri. Tre anni dopo quotò sul Nasdaq valutato a 438 milioni di dollari. Poi c’è Google. Il motore di ricerca è stato fondato nel 1998 da Larry Page e Sergey Brin. La sua IPO è arrivata sei anni dopo e, con le azioni quotate a $ 85 ciascuna, ha dato a Google una capitalizzazione di mercato di 23 miliardi di dollari. La più grande sovrapposizione: la gamma di prodotti hardware tra cui tablet, telefoni e stick di streaming video, un dominio che Google ha avuto grazie all’acquisizione del sistema operativo Android nel 2005. Il software è utilizzato da oltre 1300 marchi, tra cui Amazon, che ha rilasciato il suo telefono Fire nel 2014. Ma questo dispositivo è stato un fallimento, ha perso miliardi di dollari nel farlo, e ha causato un calo dell’8% nel prezzo delle sue azioni.

Dispositivi intelligenti

Mentre Google potrebbe aver vinto quella battaglia, Amazon sta vincendo quando si tratta di altoparlanti intelligenti. Il prezzo delle sue azioni è aumentato di oltre il 240 percento da quando è stato rilasciato lo speaker intelligente Echo, e nel 2017 l’Echo aveva un mercato del 70%, battendo il dispositivo concorrente di Google, Google Home.
Non qualcuno da farsi battere, però, Google sta sfidando Amazon nell’arena di video streaming. Nel 2006, ha acquistato YouTube e in seguito al successo dei servizi di streaming come il video istantaneo di Amazon Prime, Google ha aggiunto YouTube TV. Entro due mesi, il prezzo delle azioni di Google era aumentato di oltre il 19%.

Shopping

Quando si tratta di shopping, però, Amazon ha ancora il vantaggio. Nel 2012 Google ha lanciato un servizio per rivaleggiare con Amazon, ma il piano gli si è ritorto contro quando la Commissione Europea lo ha schiaffeggiato con una multa per aver manipolato i risultati di ricerca. Il suo valore di mercato è sceso di oltre l’1% durante la notte.
L’anno seguente Google ha portato la battaglia direttamente alla porta di Amazon, annunciando una partnership con il suo più grande concorrente al dettaglio, Walmart, ma questo non ha fermato il rally di Amazon, che nel marzo 2018 ha superato Google per diventare la seconda azienda più preziosa al mondo, posizione che Google cercherà disperatamente di riconquistare.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi