3 azioni per investitori in reddito

In mezzo a un diluvio di tagli ai dividendi, Storm Uru di Liontrust cerca in tutto il mondo opportunità di reddito.

Black: Allora, oggi hai tre azioni per noi. Nonostante tutte le recenti turbolenze e i tagli ai dividendi, vi sentite ancora piuttosto ottimisti. Da dove vorresti iniziare?

Uru: Beh, pensiamo che ci sia un certo numero di aziende molto, molto interessanti che operano a prezzi molto interessanti in tutto il mondo. E, fortunatamente, sono ancora in una posizione di grande forza per continuare a pagare dividendi e, incrociando le dita, sono anche in grado di aumentare i loro dividendi nei prossimi tre o cinque anni. E quindi, iniziamo prima con Apple. È in una posizione competitiva fantastica. È un’azienda che si è comportata così bene negli ultimi 10 anni. Ha un bilancio solido. Quindi, ha una posizione di cassa netta sul suo bilancio di oltre 100 miliardi di dollari. E’ così ben posizionata per superare la debolezza transitoria mentre attraversiamo un periodo economico sconosciuto.

Black: E all’inizio di questa crisi ci sono state inizialmente alcune preoccupazioni per la sua catena di approvvigionamento, molte delle quali sono in Cina e in Asia, che sembrano essersi attenuate. E ora, presumibilmente, visto che siamo tutti bloccati a fissare uno schermo da sei o sette settimane, i loro prodotti sono appena diventati più importanti.

Uru: Sì, hai ragione. E il fatto è che, ogni tre o quattro anni, andremo a rinfrescare i nostri iPhone. Ma la cosa davvero importante per Apple è che sta passando dal modello di business dei telefoni cellulari a quello del software. Così, ogni volta che si acquista qualcosa nel loro negozio di applicazioni, ci si prende un po’ di soldi. E inoltre, stanno passando a una varietà di prodotti più ampia, con la sua linea di prodotti “indossabili”. Quindi gli AirPod sono stati una rivoluzione in termini di ascolto della musica in movimento, di comunicazione con le persone. E la comunicazione tra le persone attraverso le aree geografiche è ancora così importante. Quindi, pensiamo che Apple, con il suo posizionamento dei prodotti, la sua rilevanza nella vita di tutti i giorni e un bilancio solido, rimanga molto positiva sulle sue prospettive a lungo termine.

Black: Ok, qual l’azione numero due.

Uru: Azione numero due, Visa. Questa crisi ha costretto molti di noi a spostare le loro abitudini di spesa su internet, questo è un vantaggio per Visa. Ma il vero motore di crescita di questa azienda è la transizione da un’economia basata sul denaro contante a un’economia senza contanti. E attualmente siamo in una prospettiva globale, solo dal 10% al 15% circa del percorso, quindi abbiamo una lunga pista da percorrere per Visa. Non ha alcuna reale minaccia competitiva e opera in un duopolio, quindi ha una posizione competitiva molto forte. E negli ultimi cinque anni ha aumentato il suo dividendo di oltre il 20%. Quindi, pensiamo che sia una fantastica fonte di reddito continuare a guidare la crescita del reddito per noi azionisti, non ci preoccupiamo di tagliare il suo dividendo. Infatti, ci aspettiamo che quest’anno cresca il suo dividendo e che esca da questa crisi in una posizione finanziaria molto, molto forte, pronta ad affrontare il nuovo mondo.

Black: E questa tendenza senza contanti è stata appena accelerata dalla recente crisi perché la gente non vuole gestire il denaro fisico. Quindi, quali sono le nostre azioni finali?

Uru: Si tratta di una società chiamata Equinix, che è un fornitore di data room per molti dei grandi network di tutto il mondo. Quindi, se pensate a una data room, quello che dovete davvero capire è che Equinix fornisce la spina dorsale dell’infrastruttura internet. Quindi, più persone si collegano a Internet e più banche dati si collegano a Internet, più traffico veicola attraverso la sua attività. Quindi, pensate a – penso ad Equinix come a un ponte a pedaggio. Al momento, ci sono circa 100 auto che attraversano il ponte a pedaggio ogni giorno. E se si arriva a 500 auto, non c’è un costo marginale per il ponte a pedaggio vero e proprio, ma le entrate che si prendono sono in calo. Ora Equinix ha una tariffa. Quindi, ciò significa che, man mano che la redditività dell’azienda cresce, questo torna direttamente a noi come azionisti sotto forma di dividendo. Quindi, con l’aumento del traffico che migra verso il cloud digitale, verso le aziende che effettuano la trasformazione digitale delle aziende e verso alcuni dei ritardatari nelle industrie di tutti i settori, che passano a un posto di lavoro digitale, prevediamo che Equinix trarrà realmente vantaggio dal passaggio.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi