Robot. Siamo pronti ad averli come nostri migliori amici? | Wall Street Journal

Abbiamo interagito e stiamo interagendo con i robot tramite i nostri telefoni e altoparlanti. Ora stanno iniziando a uscire dai nostri gadget e ad essere più coinvolti nelle nostre vite. David Pierce del WSJ guarda al modo in cui i robot cercheranno di entrare, che ci piaccia o no.

Punti nodali

  • Un giorno i robot cammineranno tra di noi; e sono decenni che immaginiamo come possano farlo, o che forma/e avranno quando accadrà;
  • E non si parla di robot industriali, ovviamente, né di quelle sciocchezze domestiche che puliscono la casa;
  • Si parla di quelli che infarciranno le nostre vite quotidiane, che lavoreranno con noi e per noi;
  • Potranno e potrebbero essere strani e divertenti come il robot di Corto Circuito, od uguali ed indistinguibili da noi, come quelli di Westworld;
  • I migliori robot, al momento, non hanno braccia e gambe, ma fanno parecchio. E si chiamano Alexa, Google Assistant e Siri;
  • E chiunque abbia visto Star Trek, ed un qualunque protagonista della saga parlare con il computer di bordo, sa dove stiamo andando. Ma non ci siamo ancora;
  • Ed un’altra cosa che i robot faranno, ma che non fanno ancora, è essere invadenti… come nel ricordarci di qualcosa che non ci ricordavamo o di cui, magari, non sentivamo neanche il bisogno;
  • Questo perché chi programma e realizza robot vuole entrare nelle nostre vite, piuttosto che aspettare che noi si abbia bisogno di un robot o dei suoi servizi;
  • Prodotti come Anki Vector e, soprattutto, cani robot come Aibo, il famoso prodotto della Sony, stanno alzando l’asticella su queste cose;
  • Aibo ci riconosce, scatta fotografie ed impara a fare cose, proprio come fanno i cani normali. E’ un cane… fornisce compagnia, come gli animali veri;
  • Ma, nell’accettarlo, permettiamo ad una macchina fotografica e ad un mucchio di sensori di vagare per le nostre case;
  • Possiamo spegnerli, il che è ovvio… ma, spesso, ci spiace farlo. Ed è proprio questa la cosa preoccupante;
  • Nel futuro i robot saranno ovunque, sempre accesi, sempre al lavoro, interagendo con noi, proprio come le persone vere;
  • Ma, se faranno realmente tutto questo, e saranno così invasivi, sarà bene preferire che siano efficaci ed utili che carini;
  • Ma, onestamente, il fatto che siano adorabili aiuta…

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi