Economie. Le 10 più grandi nel 2030 | Visual Capitalist

Secondo le proiezioni di un’importante banca multinazionale, 7 delle 10 maggiori economie del mondo si troveranno nei mercati emergenti entro il 2030.

Classifica per PIL nel 2030 (PPA):

1. Cina (64,2 trilioni di dollari) 2. India ($ 46,3 trilioni) 3. Stati Uniti ($ 31,0 trilioni) 4. Indonesia ($ 10,1 trilioni) 5. Turchia ($ 9 trilioni di dollari) 6. Brasile ($ 8,6 trilioni) 7. Egitto ($ 8 trilioni di dollari) 8. Russia ($ 7,9 trilioni) 9. Giappone ($ 7 trilioni di dollari) 10. Germania ($ 6.9 trilioni)

Fonte: Standard Chartered Bank

Nota aggiuntiva: Il PIL (PPP) utilizza i dollari internazionali adeguati per la parità di potere d’acquisto. Questa è una pratica standard degli economisti e contrasta con il PIL (nominale), in cui tutto è in USD, ma non rettificato per i relativi costi.

I mercati emergenti di oggi sono le centrali elettriche di domani, secondo una recente previsione di Standard Chartered, una banca multinazionale con sede a Londra. La banca vede tutte le economie in via di sviluppo come l’Indonesia, la Turchia, il Brasile e l’Egitto salire di livello – e nel 2030 stima che sette delle più grandi 10 economie del PIL (PPP) del mondo saranno localizzate nei mercati emergenti.

Confronto tra il 2017 e il 2030

Forse la sorpresa più grande della lista è l’Egitto, un paese che Standard Chartered vede crescere a un ritmo torrido in questo lasso di tempo. Se si confrontano usando le cifre del FMI del 2017, la differenza tra i due numeri è sorprendente del 583%. Ciò rende questa proiezione abbastanza ambiziosa, soprattutto considerando che organizzazioni come l’FMI vedono l’Egitto in media avvicinarsi all’8% della crescita annuale del PIL (PPA) nei prossimi anni.

L’ascesa dei mercati emergenti

Egitto a parte, è probabile che l’ascesa dei mercati emergenti continuerà ad essere un tema nelle future proiezioni di altre banche e organizzazioni internazionali. Entro il 2030, l’India sarà la seconda economia più grande in termini di PPP secondo molti modelli diversi e, a quel punto, sarà anche il paese più popoloso del mondo. (Si prevede che passi la Cina nel 2026). Con il divario tra le economie emergenti e quelle sviluppate che si chiudono a un ritmo apparentemente più rapido che mai, questa dovrebbe essere vista come un’opportunità interessante per tutti gli investitori che hanno una visione a lungo termine.

Altri post che potrebbero interessarti

Utilizzando il sito o continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi