Passportabilità degli strumenti finanziari, problema politico

Una delle problematiche maggiori collegate a Brexit è la cosiddetta passportabilità degli strumenti finanziari, ovvero la capacità di prodotti e servizi di essere commerciati in più Paesi per via di un “passaporto” europeo, che nel caso dei fondi si chiama Ucits.

La Brexit, per quanto non voluta e sgradita, è accaduta.

E’ un fatto, e come tale va gestito. Come cambiano le regole del gioco per l’industria europea dell’asset management da un capo all’altro della Manica? CityWire lo ha chiesto a Marco Gubitosi, partner di Legance Avvocati Associati e capo della sede londinese della società.

Altri post che potrebbero interessarti